Guardare la tv rende i bambini bravi a scuola

di Redazione 1

Bambini televisione

Sono anni che si demonizza la televisione: è dannosa, rallenta la capacità di apprendimento e di concentrazione, non stimola la fantasia nel bambino e soprattutto è diseducata. Tutto questo è potenzialmente vero, la televisione da sola non può essere la causa di tutti i mali. Quello che è davvero nocivo è l’utilizzo incontrollato dalla tv. Non va bene, per esempio, parcheggiare i bambini davanti alla scatola nera e non verificare che cosa stiano guardando. Un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Sociology, ha dimostrato che la tv non riduce le abilità dei piccoli, ma anzi migliora quelle accademiche.

Secondo quindi i ricercatori dell’Università di Londra, guardare la tv per più di tre ore ala giorno rende i piccoli più bravi a scuola, anche più dei coetanei che dedicano alla televisione un’ora in meno. Ovviamente, lo studio si basa su delle dimostrazioni scientifiche: il vantaggio quantificato è stato tradotto in tre mesi di anticipo sullo sviluppo delle abilità scolastiche,  che è tantissimo.

Durante la ricerca sono stati coinvolti circa 11mila bambini britannici di sette anni d’età seguiti sin dalla nascita. Il risultato finale porta a una sottovalutazione generale del valore educativo: per esempio, con la tv il piccolo è in grado di imparare più vocaboli. Non è finita, perché gli esperti inglesi denigrano quelle abitudini da sempre elogiate, come il pranzare e cenare a un orario prestabilito e l’andare a dormire presto. Non servono a nulla.

Dall’altra parte dell’oceano a Washington, un gruppo di ricercatori, invece, ha studiato la relazione tra il consumo dei media dei piccoli spettatori e le credenze e il reddito delle famiglie.  Secondo l’indagine, la propensione a guardare meno ore la tv è direttamente proporzionale al benessere socioeconomico del nucleo familiare.  Insomma, più sono ricchi e colti mamma e papà meno tv guarderanno i loro bambini. Secondo Eurispes, in Italia, i bambini in età scolare guardano la tv in media fra le 3 e le 5 ore al giorno, mentre allo studio o al gioco dedicano un tempo nettamente inferiore.

 

Photo Credit | ThinkStock