L’alimentazione della futura mamma nel secondo trimestre

di Redazione 1

Il secondo trimestre di gravidanza, generalmente, rappresenta un periodo sereno e felice per tutte le future mamme. Vi sentirete, infatti, molto meglio. Le nausee mattutine sono scomparse quasi del tutto ed il vostro bambino continua a crescere insieme al vostro pancione. E’ il momento giusto per fare scorta di tutte le sostanza nutritive necessarie al vostro bimbo per crescere bene.

Una dieta sana, equilibrata e ricca di proteine, carboidrati, fibre, sali minerali, vitamine e grassi cosiddetti ‘buoni’ è il presupposto necessario per assicurare al feto un corretto sviluppo e a voi future mamme una gestazione serena senza problemi come la stitichezza o un eccessivo aumento di peso.

Durante il secondo trimestre, il vostro peso dovrebbe aumentare di circa mezzo chilo alla settimana. Il vostro fabbisogno energetico aumenta di circa 300-350 calorie al giorno. Se soffrite di stitichezza è importante seguire una dieta ricca di frutta, verdura e cibi integrali (kiwi, legumi, fagiolini, zucchine, insalata) che grazie alle elevate quantità di fibre aiutano la funzionalità intestinale. Evitate, invece, i cibi che irritano l’intestino o che hanno un effetto astringente ( banane, cachi, limoni, carote, riso, insaccati).  Bevete, inoltre, molta acqua per rimanere idratate ed aiutare l’intestino. Se, durante il secondo trimestre,  registrate un aumento di peso eccessivo, cercate di  limitare al  minimo l’assunzione di cibi grassi, di salumi, di dolci e di bibite zuccherate. Riducete il consumo di pane e pasta e fate attenzione ai condimenti. Via libera, invece, alla frutta e alla verdura.

Nel secondo trimestre, come in tutta la gravidanza, è molto importante che mangiate con calma, evitiate di spizzicare fuori dai pasti e cercate di fare esercizio fisico. Il secondo trimestre è anche il periodo delle famose voglie. Cercate di ascoltare il vostro corpo e di assecondare, nel limite del possibile, le vostre voglie, evitando quelle pericolose come il sushi. Per qualsiasi dubbio o perplessità circa la vostra dieta, rivolgetevi tranquillamente al vostro medico di fiducia.