Come far mangiare i bambini, ecco il trucco

di Fabiana Commenta

La tavola è croce e delizia per i bambini, ma soprattutto per il genitori che spesso e volentieri si trovano di fronte alla necessità di estenuanti “lotte” con i loro pargoli per fa mangiare loro tutto quanto è occorrente per una corretta alimentazione.

cibo

Per la fretta e per cercare di mescolare le carte in tavola, spesso i genitori cercano di proporre un piatto abbastanza ricco con tanti cibi diversi: niente di più sbagliato perché questo è proprio l’atteggiamento che danneggia l’alimentazione dei bambini a tavola, almeno dei più piccoli. 

Questo è esattamente quanto sostiene uno studio condotto dal Future Consumer Lab del Dipartimento di Scienze alimentari dell’Università di Copenaghen: l’unica scelta per i genitori è quella di abbandonare il cosiddetto pastone offrendo ai bambini nel piatto dei prodotti in modo molto chiaro e distinto. Questo è quanto emerso da uno studio condotto su 100 studenti di due fasce d’età diverse, rispettivamente una di età compresa fra i 7 e gli 8 anni e la seconda di età compresa fra i 12 e 14 anni. 

Ai ragazzi è stato chiesto di stilare un elenco di sei piatti diversi fra i propri preferiti che dovevano essere serviti in tre modi diversi.

Nella prima presentazione, tutti i cibi esposti nel piatto in modo chiaro e senza che si tocchino, nella seconda il cibo mescolato e nella terza via di mezzo.

Le bambine di 7 – 8 anni di età continuano a scegliere piatti con i prodotti separati e ben chiari al contrario dei coetanei maschietti che non mostravano preferenza alcuna sulla modalità di presentazione del piatto. 

I bambini di fascia di età compresa fra i 12 e i 14 anni hanno dimostrato di preferire il cibo mescolato o servito come mix di ingredienti misti. 

BAMBINI, L’ALIMENTAZIONE SANA IN ESTATE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK