Bambini, come gestire l’alimentazione in estate

di Fabiana Commenta

Arrivano le vacanze e anche per i bambini arriva il momento del relax e di qualche strappo alla regola, anche alimentare. 

Vanno bene gli orari più flessibili, ma sicuramente non mancano gli strappi alla regola con il rischio di accumulare qualche chilo di troppo.

Colpi calore bambini come prevenirli

Ma come gestire al meglio l’alimentazione estiva? I consigli arrivano dalla Società italiana di pediatria preventiva e sociale (Sipps) che ricorda le regole fondamentali della buona alimentazione anche per i più piccoli.

Mangiare sano privilegiando soprattutto verdure e pesce, coinvolgere i bambini nella spesa e coinvolgerli anche in cucina sono i passi importanti da compiere durante tutto l’anno, ma per l’estate ecco una serie di consigli ulteriori. 

Ecco il decalogo

L’acqua al primo posto: in spiaggia o in piscina, quando fa caldo e umido è bene far bere spesso i bambini.

L’acqua disseta anche più se in una bottiglia da un litro e mezzo si aggiunge il succo di mezzo limone per reintegrare i sali minerali persi con il sudore.

Meglio evitare invece le bevande zuccherate (aranciata o cola) perché poco dissetanti e molto zuccherate. Meglio evitare bevande a base di caffeina poco indicata per i bambini che può causare disidratazione.

Da evitare anche il tè confezionato troppo ricco di zucchero e di calorie: sì al tè, ma preparato in casa e va bene anche il tè verde altrettanto benefico.

Meglio limitare i succhi di frutta che non possono diventare sostituti della frutta.

Sì alla frutta, sia come spuntino sia a fine pasto, ricca di acqua, vitamine, minerali, fibra e fitonutrienti.

Per il pranzo evitate piatti elaborati come pasta al forno o timballi, troppo ricchi di grassi che rallentano la digestione: meglio un panino magari con pomodori o verdure grigliate, ottima anche l’insalata di riso. Cercate di far mangiare verdure ai bambini spaziando dai cetrioli ai finocchi ricchi di acqua e di potassio e con pochissime calorie.

Meglio evitare la carne panata fritta confezionata o fatta in casa, poiché troppo ricca di grassi, sconsigliate anche le frittate troppo pesanti da digerire. 

 

BAMBINI CON I NONNI, COME GESTIRE L’ALIMENTAZIONE IN ESTATE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK