Endometrio sottile: quali sono i rischi per la gravidanza

di Gio Tuzzi Commenta

L’endometrio, è la mucosa che riveste l’utero dall’interno: esso è formato dalla mucosa stessa che si attacca al miometrio e da uno strato epiteliale. L’endometrio, è spesso coinvolto in diverse problematiche, alcune delle quali, si legano all’alterazione della mucosa. Lo spessore, varia a seconda delle fasi del ciclo mestruale: durante la fase dell’ovulazione, l’endometrio tende ad ispessirsi, perché l’utero, si prepara ad una possibile gravidanza. Dopo il ciclo mestruale, invece, le pareti, si assottigliano, poiché l’endometrio si indebolisce. Da cosa dipende l’endometrio sottile?

 

L’endometrio sottile, si lega alla sindrome dell’ovaio policistico, per cui, è un fenomeno estremamente comune. Viene curato con diversi metodi: dal punto di vista farmacologico, la terapia consigliata dagli specialisti è quella anticoncezionale, che riequilibra la produzione ormonale, regolarizzando anche lo spessore dell’endometrio. A questo tipo di terapia, va associata una sana alimentazione, a base di frutta e verdura, in particolare che sono ricche di vitamine e Sali minerali. L’esercizio fisico, aiuta a favorire la circolazione, ad ossigenare i tessuti, a rafforzare il sistema immunitario, per cu, risulta comunque utile nel quadro d’insieme. E’ consigliabile inoltre integrare il quantitativo di ferro e magnesio e di acido folico, elementi indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo.

 

L’endometrio sottile, non causa particolari problematiche, ma è consigliabile comunque controllare lo spessore prima di una gravidanza, in quanto potrebbe essere causa di aborti spontanei. Poiché durante la gravidanza stessa, diventa più complicato individuarne lo spessore, che tenderebbe inevitabilmente a cambiare, l’endometrio viene analizzato prima di una possibile gravidanza. Solitamente viene considerato sottile quando raggiunge i cinque millimetri.

 

L’endometrio può anche presentarsi ispessito, superando cosi, i dieci millimetri di spessore. Anche in questo caso, bisognerà prestare attenzione e affidarsi ad uno specialista, affinchè tenda ad assottigliarsi e a rientrare nella norma. L’endometrio, può essere sottoposto anche a diverse altre patologie: la più invalidante, è l’endometriosi, che non interessa solo l’endometrio, ma tutto l’apparato riproduttivo e che si manifesta con dolore, sanguinamenti, e infiammazione. Se non curata, l’endometriosi, può portare alla sterilità.

L’endometrio sottile dunque, è una condizione dell’endometrio legata alla fertilità, alla produzione ormonale, al ciclo mestruale. Un particolare a cui bisogna prestare attenzione, è anche il flusso mestruale esiguo: questo significherebbe che il ciclo stesso, è anovulatorio, e questo comporta infertilità o fertilità estremamente bassa. Bisogna dunque, prestare attenzione a diversi aspetti e caratteristiche del ciclo mestruale, sia, alla fase che lo precede, sia alla fase del ciclo intesa in senso stretto, sia alla fase post ciclo, che comunque rappresenta la fase in cui avviene una regolarizzazione provvisoria.