Le donne in attesa sono troppo stressate e condizionate socialmente

di Redazione Commenta

donna incinta

La gravidanza è un momento di grande stress, non solo perché si è in attesa di un bambino, la responsabilità per eccellenza, ma anche per i condizionamenti esterni. Quante volte vi avranno detto che cosa mangiare, come comportarvi, come vestirvi e quali sport praticare? Per non parlare di tutti i racconti del parto, non richiesti. Secondo la rivista Nature, le donne in attesa subiscono troppe pressioni.

Le pressioni arrivano da amici e parenti, che aprono bocca in buona fede, e dai mezzi di comunicazione. Molto spesso i giornali sottolineano come il comportamento delle madri in gravidanza abbia un impatto sul futuro dei figli, magari perché si riportano studi, ricerche o consigli per tutelare la vita e la salute dei bambini. Tutte campagne ovviamente sponsorizzate a fin di bene, che spesso però risultano esagerate. Per fare un esempio, ultimamente contro la Sindrome alcolica del feto sono state diffuse le immagini di feti in bottiglia.

Non si contano gli studi che mettono in relazione l’ansia della mamma con il pianto del bambino, per non parlare delle donne poco affettive che potrebbero essere responsabili dell’autismo del figlio. Quest’ultima cosa è una sonora “balla”. Tutti gli studi, anche quelli che riportiamo noi, devono essere presi con le pinze. Se siete stanche o stressate, concentratevi solo su di voi, sul vostro bimbo e sul benessere di entrambi. Cancellate i consigli non richiesti e i pensieri negativi.

Le ricerche vanno interpretate da addetti ai lavori, non possono essere pubblicati senza una lettura sociale per chi non fa parte del ramo. Una donna incinta è una donna spaventata, ha delle paure che non sapeva neanche di poter provare. E quando arriva il cucciolo queste paure aumentano, perché prendersi cura di un bimbo è bellissimo e complicato. Non alimentiamo questo stato di ansia, ma aiutiamo le mamme vivere serenamente questa fase appagante e bellissima.

 

Photo Credit | Thinkstock