La guida della gravidanza: 33esima settimana

di Redazione 3

33-settimana-gravidanzaLA TRENTATREESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA

In queste settimane hai l’incubo di capire quando sarà giunto il momento di andare a partorire, è il tuo primo fglio e tu non sai se riuscirai a capire i sintomi che preannunciano il travaglio. Di solito nei giorni prima del parto le donne hanno la classica sindrome del nido, ti sentirai forte come un toro e inizierai a pulire e a mettere a posto la casa, come se non avessi tutti quei chili in più a darti impaccio.

Per quanto riguarda i sintomi fisici, comincerai a sentire più male alla schiena e le contrazioni si faranno più frequenti durante la giornata, cosa che porterà ad ammorbidire ed accorciare il collo dell’utero e a far sì che tu perda il tappo mucoso, te ne accorgerai quando vedrai delle perdite di muco miste a sangue prima secco poi più rosso, da questo momento potrebbe passare anche una settimana prima del lieto evento.

  • LA MAMMA

ZZ3AD993ADOra che il tuo bambino è decisamente cresciuto e la tua pancia non ti permette di vederti la punta dei piedi, molte cose sono cambiate: fino a poco fa camminavi con disinvoltura mentre ora ti sembra di ondeggiare quando ti muovi. Hai difficoltà a trovare una posizione comoda in cui sederti e alzarti da una poltrona è diventata una missione impossibile.

In questo periodo potresti sentire formicoli agli arti e soprattutto insensibilità alle dita, ai polsi e alle mani, infatti come altri tessuti del tuo corpo, quelli dei tuoi polsi stanno ritenendo i liquidi e ciò può aumentare la pressione sul tunnel carpale, i nervi che corrono dentro questo canale potrebbero irritarsi dandoti la sensazione che la mano si sia addormentata, potresti sentire delle scosse oppure una sorta di bruciore o di dolore. Prova a mettere le braccia su un cuscino quando dormi in modo che i polsi rimangano dritti e soprattutto fermi e se lavori al computer, prenditi spesso delle pause per muovere le mani e sgranchirle.

  • IL BAMBINO

ZZ0244E7AFIl tuo bambino pesa circa 2 chili e 200 grammi ed è lungo circa 40 cm. Ogni giorno che passa il tuo piccolo prende sui 30 grammi di peso e perciò il suo tenero corpicino si fa sempre più rotondo. Le sue ossa si continuano ad indurire anche se non sono ancora fuse insieme, l’unica parte ossea che ancora è abbastanza morbida è la sua scatola cranica, infatti il cranio deve rimanere flessibile in vista del parto, pensa che a volte la pressione esercitata sulla testa durante la fase espulsiva è così forte che molti bambini hanno la testa a forma di cono. Ma non c’è da preoccuparsi, con un pò di pazienza dopo la nascita tutto torna a posto.

I polmoni del tuo piccolo sono quasi completamente maturi dunque se dovesse nascere ora probabilmente avrebbe solo bisogno di qualche giorno di incubatrice. Se durante l’ultima ecografia il tuo piccolo ancora non si presentava in posizione cefalica, puoi cercare di convincerlo a girarsi con qualche esercizio yoga, chiedi alla tua ostetrica ti indicherà come fare.

  • L’AGENDA  DEGLI ESAMI

ZZ0C4CC3D5

Questa è l’ultima settimana per eseguire la Flussimetria, una ecografia con la quale si controlla che le tue arterie uterine e le arterie ombelicali del bambino lavorino nel modo giusto che dunque il bimbo abbia dei buoni livelli di accrescimento. Inoltre la trentatreesima settimana è il termine ultimo per effettuare gli esami di routine del settimo mese di gravidanza, compresi l’esame delle urine e urinocoltura in caso di elevata presenza di batteri rilevata nell’esame precedente, IgG e IgM per Toxoplasma, Rosolia, Citomegalovirus se negativi precedentemente, la ferritina,  e il controllo pressione arteriosa e peso corporeo.


[Se oltre alla TRENTATREESIMA  SETTIMANA DI GRAVIDANZA, sei interessata anche al resto, consulta il calendario complessivo delle settimane di gravidanza, per scoprire come cambia il tuo corpo e seguire l’evoluzione del tuo bambino]