Tagliare i capelli al bambino

di Chiara R Commenta

capelli


Con il raggiungimento del primo anno di età, per i bambini arriva il momento del taglio dei capelli. Solo intorno ad un anno nei bambini iniziano a crescere i veri capelli: la prima peluria che compare sulla testolina dei neonati, infatti, sono peli sottili e senza struttura. Alcuni genitori decidono di tagliare i capelli del bimbo da soli ma la maggior parte preferisce andare da un parrucchiere. Questo perchè tagliare i capelli ad un bambino piccolo, soprattutto la prima volta, può risultare faticoso. I bambini, infatti, possono impaurirsi a causa delle forbici e non sempre riescono a rimanere seduti e fermi per il tempo necessario al taglio. Sono impazienti, vogliono muoversi e afferrare tutto quello che li circonda. E’ bene, quindi, scegliere un parrucchiere paziente, adatto a lavorare con i bambini e in grado di tranquillizzarli.


Può essere una buona idea quella di distrarre il bambino portandosi dietro dei giocattoli o dei libricini da utilizzare durante il taglio. Molti locali specializzati, inoltre, permettono ai bambini di guardare un film mentre il parrucchiere esegue il taglio.

Anche se si decide di rivolgersi ad un professionista, sono importanti alcuni accorgimenti:
scegliere l’orario è fondamentale. Bisogna evitare le ore nelle quali il bimbo è super attivo oppure è abituato a mangiare e riposarsi;
– è bene rilassare e tranquillizzare il bambino e se necessario procedere con un taglio concomitante della madre o del padre;
è importante che il genitore non si innervosisca x non rendere il bambino più irrequieto.


Se, nonostante tutti gli espedienti, andare dal parrucchiere rimane un’impresa impossibile, non resta che provare a tagliare i capelli a casa. Quando il bambino è ancora molto piccolo e si rende necessario accorciare alcuni ciuffi, è opportuno sdraiare il bimbo a pangia in giù sul letto o sul fasciatoio per procedere al taglio. Quando il bambino è cresciuto ed è in grado di stare seduto, è necessario farlo sedere sul seggiolone o su una sediolina. E’ preferibile posizionarlo davanti la televisione per distarlo o mettergli a disposizione dei giocattoli.  Assicurarsi che i capelli siano umidi e non completamente bagnati per facilitare il taglio.


Se si devono tagliare capelli medio-lunghi e lisci è opportuno dividere la chioma in tre parti, una posteriore e due laterali. Si comincia con la parte centrale, sollevando le ciocche con il pettine e tagliando i capelli che fuoriescono. Si procede, poi, con i capelli laterali e se presente con la frangetta. In presenza di capelli ricci, invece, si può procedere  su capelli asciutti sfoltendo e tagliando le punte con sforbiciate diagonali, prima in un senso, poi nell’altro, per ottenere ricci definiti e arrotondati.