Vaccinazioni bambino, domande e risposte (parte seconda)

di Cinzia Iannaccio Commenta

Torniamo a parlare di vaccinazioni per il bambino cercando di rispondere ai tanti dubbi che i genitori hanno al riguardo. Il tema è molto importante perché riguarda la salute di tuo figlio, ma anche quella di tanti altri bambini, magari affetti da alcune patologie per cui una semplice infezione da varicella può risultare pericolosa. Ecco dunque alcune domande comuni e le risposte.

Vaccinazioni bambino, domande e risposte (parte seconda)

 

 

Fare tanti vaccini insieme può essere pericoloso per mio figlio?

No. La quantità ( e qualità) di agenti patogeni presenti nei vaccini è solo una piccola percentuale dei germi che il sistema immunitario di tuo figlio affronta ogni giorno ed è comunque in grado di gestirli tutti.

 

Perché allora viene a volte la febbre dopo una vaccinazione?

A volte, i bambini possono avere una reazione ad un vaccino. Questa si può manifestare sia con una lieve febbre che con un’eruzione cutanea. La febbre è sinonimo di una attività del sistema immunitario, quindi può essere considerata normale anche se non colpisce tutti i bimbi vaccinati, ma solo una piccola parte. Il rischio di reazioni gravi è minimo inoltre rispetto al pericolo per la salute associato alle malattie spesso gravi che prevengono, e non accade perché il bambino ha avuto più vaccini contemporaneamente. L’esperienza nel tempo ha dimostrato inoltre che l’immunizzazione da più malattie contemporaneamente (la vaccinazione quadrivalente ad esempio), non comporta rischi aggiuntivi.

 

Perché dovrei vaccinare mio figlio se il vaccino non è efficace al 100%?

Poche cose in medicina funzionano il 100% delle volte, perché esiste sempre una sensibilità individuale. Tuttavia i vaccini sono tra i farmaci più efficaci in assoluto, con un successo che va dall’85 al 99% dei casi. Perché farli? Riducono notevolmente il rischio di gravi malattie (in particolare quando vengono vaccinate sempre più persone) e danno alle malattie meno possibilità di inserirsi in una popolazione. Inoltre, anche in caso di un’infezione, questa comporterebbe uno sviluppo più lieve della malattia.

 

Perché dovrei vaccinare mio figlio che è sano?

E’ la base della prevenzione. Le vaccinazioni hanno lo scopo di mantenere i bambini sani. Poiché i vaccini funzionano proteggendo il corpo prima che la malattia colpisca. Se aspetti che tuo figlio si ammali, sarà troppo tardi: servirà una cura e non un vaccino. Il momento migliore per immunizzare i bambini è quando sono sani.

 

 

Leggi anche:

Vaccinazioni bambino: domande e risposte (parte prima)

Allarme difterite a causa del calo delle vaccinazioni

 

 

Foto: Thinkstock