Tosse secca e tosse grassa

di Chiara R 3

La tosse è un fenomeno molto frequente tra i bambini di tutte le età. La tosse, però, di per sé non è una patologia ma un meccanismo di difesa che l’organismo attiva per difendere l’apparato respiratorio da minacce di varia natura. La tosse non è sempre uguale, proprio perché diverse sono le cause che la determinano. La tosse può essere classificata principalmente in grassa o secca ed è proprio analizzando le diverse caratteristiche di questi due tipi di tosse che è possibile stabilire le cause che li determinano.

La tosse grassa

La tosse grassa, o produttiva, è la tosse catarrale che si caratterizza proprio dalla presenza di catarro nei bronchi che, grazie al colpo di tosse, viene  spinto fuori. La tosse grassa suscita molta preoccupazione nelle mamme che tendono ad associarla a patologie serie come la polmonite.

In realtà la tosse grassa è indice di guarigione poiché grazie ad essa, le vie respiratorie vengono ripulite dal muco e quindi anche da virus e batteri. Generalmente, all’origine della tosse grassa può esserci un’infiammazione da virus e batteri o una tosse secca evoluta. In presenza di tosse grassa è importante far assumere al bambino molti liquidi, soprattutto sotto forma di bevande calde, per facilitare la fluidificazione del catarro e, quindi, la sua espulsione. Per alleviare la tosse grassa può essere utile praticare al bambino suffumigi ed aerosol con sostanze dall’azione mucolitica ed espettorante.

La tosse secca

La tosse secca, o improduttiva, è una tosse stizzosa non accompagnata dalla produzione di catarro. Le cause della tosse secca sono da rintracciare in allergie, raffreddori, infiammazioni di trachea, laringe e faringe. La tosse secca può essere stizzosa, soffocante, stridula, spasmodica, etc.. Può accadere che la tosse secca evolva in pochi giorni in tosse grassa. In caso di tosse secca è molto importante mantenere il giusto grado di umidità degli ambienti, evitare di fumare nelle stanze frequentate dal bambino e di far restare il bimbo per troppo tempo in spazi chiusi.