Televisione e bambini: l’abuso aumenta il rischio di malattie cardiache

di Redazione 3

Il ruolo della televisione nella vita dei bambini è, da sempre al centro di molti dibattiti e polemiche. Oggi, anche noi di Tuttomamma torniamo sull’argomento per farvi conoscere i risultati di uno studio australiano che riguarda, appunto, il rapporto tra tv e bambini. Secondo la ricerca condotta dagli studiosi dell’Università di Sidney, in Australia, trascorrere troppe ore davanti la televisione esporrebbe i bambini al rischio di sviluppare con il tempo malattie cardiovascolari.

Nello specifico, l’equipe di ricercatori, guidata dal dottor Bamini Gopinath, ha monitorato ed analizzato le abitudini e lo stile di vita di 1492 bambini di età compresa tra i sei e i dieci anni. Dall’analisi dei dati raccolti, è emerso che trascorrere molte ore davanti la televisione aumenta il rischio di malattie cardiache.

La causa, spiegano i ricercatori australiani, non è da rintracciare solo nel tempo tolto all’attività fisica, ma anche in un particolare fenomeno studiato dagli studiosi australiani e presentato sulla rivista Arteriosclerosis, Thrombosis and Vascular Biology dell’American Heart Association. Gli scienziati, infatti, hanno riscontrato nei bambini che dedicano molte ore alla televisione, un restringimento delle arterie della retina, situate nella parte posteriore degli occhi. Questo, spiega il dottor Bamini Gopinath, aumenterebbe nel tempo le probabilità di sviluppare malattie cardiovascolari ma anche ipertensione, diabete ed obesità.

Secondo i ricercatori australiani, è importante abituare i bambini a fare a meno della televisione, ma anche del computer  e dei videogiochi, a vantaggio dello sport, del gioco o dell’attività fisica in generale. In questo modo le arterie delle retine non si restringono ma anzi appaiono più dilatate. Emerge, quindi, ancora una volta, l’importanza di far seguire ai propri bambini uno stile di vita sano fatto di abitudini salutari, di un’alimentazione equilibrata, di sport all’aria aperta e di momenti di socializzazione.

Cosa ne pensate, care mamme? Qual è il rapporto dei vostri bambini con la televisione?