Svezzamento: gli agrumi

di Redazione 2

Ricchi di vitamina C, sali minerali ed acidi organici, gli agrumi sono indispensabili per il corretto sviluppo psico-fisico del bambino ed è per questo che  devono essere presenti nell’alimentazione di grandi e piccini. Gli agrumi hanno un ruolo molto importante nella formazione dei tessuti, delle ossa e dei denti del bambino. Gli agrumi, inoltre, favoriscono la produzione dei globuli rossi, l’assorbimento di importanti sostanze come il ferro e l’aumento delle difese immunitarie.

Il consumo degli agrumi è tipicamente invernale ma è consigliato anche  durante i cambi di stagione, quando il sistema immunitario dei bambini fluttua e l’organismo è più soggetto a raffreddori ed influenze. Le elevate quantità di vitamina C contenute in tutti gli agrumi stimolano i neurotrasmettitori che rendono i bambini più allegri, attenti e reattivi.

Studi scientifici, infatti, hanno dimostrato che una carenza di vitamina C può rendere tristi e di cattivo umore. Per gli agrumi, così come per tutti gli altri alimenti, sarà il pediatra ad indicare quando sarà il momento giusto per inserirli nella dieta del bambino. Generalmente, però, i pediatri consigliano di introdurli dopo il primo anno di età. Questo perché gli agrumi possono essere causa di allergie nei bambini e il loro alto contenuto di acidi può causare disturbi allo stomaco o diarrea. Dopo i 12 mesi, si può somministrare al bambino agrumi a spicchi o sotto forma di succhi e spremute. Meglio i succhi o le spremute fatte in casa, preferendo le arance e i mandarini che tra gli agrumi sono i più dolci. E’ possibile, soprattutto le prime volte, diluire i succhi e le spremute con un po’ di acqua e somministrarli al bambino con un  bicchiere o con un cucchiaio. Meglio evitare di aggiungere lo zucchero.

Per gli agrumi a spicchi, invece, è preferibile pulire accuratamente i frutti dai semi e dalle pellicine che possono risultare amarognole e difficili da masticare. Offrire al bambino piccoli pezzettini di frutta per non correre il rischio di soffocamento. Quando i bambini si fanno più grandicelli è possibile offrire loro marmellate, dolci agli agrumi o macedonie con altri frutti.