Sindrome delle gambe senza riposo, come combatterla

di Chiara R Commenta

La Sindrome delle gambe senza riposo (RLS), detta anche Sindrome di Ekbom, è un disturbo nervoso che si manifesta con un irrefrenabile impulso a muovere le gambe, soprattutto la notte e quando si è distesi. L’irrequietezza alle gambe è di solito accompagnata da altri fastidi come crampi, formicolii e dolore localizzati agli arti inferiori. Colpisce generalmente circa il 5-10% della popolazione, in particolare donne, e tende ad accentuarsi in determinate condizioni come la gravidanza. Studi scientifici, infatti, hanno dimostrato che oltre il 15% delle donne in dolce attesa soffre della Sindrome delle gambe senza riposo, soprattutto nell’ultimo trimestre di gravidanza (dalla ventottesima settimana).

Le donne colpite dall’RLS hanno difficoltà a prendere sonno a causa dell’impulso a muovere le gambe e l’insonnia può ripercuotersi sulle attività giornaliere con stanchezza, malumore ed irritabilità. Le cause dell’RLS non sono ancora del tutto chiare: la sindrome potrebbe essere ereditaria, legata ad altre patologie più serie o a delle carenza di vitamine e sali minerali.

Terapia

Non esiste, ad oggi, alcuna terapia farmacologica per la Sindrome della gambe senza riposo. Esistono, però, farmaci e trattamenti utili ad alleviare i sintomi associati alla RLS. Se, dopo specifiche analisi, emerge che l’origine della sindrome è legata a carenza di vitamine, ferro o sali minerali, sarà sufficiente assumere, sotto prescrizione medica, degli integratori alimentari ad hoc. Nella maggior parte dei soggetti affetti da RLS, come le donne in gravidanza, si rende necessario un cambiamento nelle abitudini e nello stile di vita per alleviare e prevenire i fastidi causati dalla sindrome. In particolare, è bene seguire una dieta sana ed equilibrata, evitando:

  • bevande ed alimenti contenenti caffeina (caffè, bibite eccitanti, tè, cioccolato, ecc..),
  • bevande alcoliche,
  • cibi grassi.

Poichè i sintomi della Sindrome delle gambe senza riposo tendono a peggiorare con il riposo, è buona norma fare un po’ di movimento durante la giornata. Bastano una leggera camminata e un po’ di stretching  per trovare sollievo. Molto importante, inoltre, è adottare una buona igiene del sonno:

  • dormire in un ambiente tranquillo,
  • coricarsi sempre alla stessa ora e quando si ha effettivamente sonno,
  • praticare piccoli esercizi fisici prima di andare a letto.

Altri accorgimenti per alleviare i fastidi della RLS sono: fare dei bagni o degli impacchi caldi e freddi, massaggiare le gambe per favorire la circolazione, praticare tecniche di rilassamento, etc..

Via | Voglio credere nei miei sogni

 

Photo Credits|ThinkStock