Il quarto mese di gravidanza, cosa aspettarsi?

di Chiara R Commenta

Benvenuta nel quarto mese della tua gravidanza! Finalmente il primo trimestre si è concluso e con esso anche il periodo più delicato e carico di ansie. Il rischio di aborto, infatti, diminuisce con il procedere della gravidanza. Ti senti più serena e rilassata. I fastidi tipici del primo trimestre (nausee, vomito, stanchezza, ecc..) tendono ad affievolirsi e tu ritrovi vitalità e voglia di fare. Potrebbe essere il momento giusto per annunciare ad amici e parenti la tua gravidanza. Se lavori, informati sui tuoi diritti e sulle pratiche da svolgere per la maternità in modo da non trovarti impreparata. 

A partire dal quarto mese, i controlli dal tuo ginecologo si intensificheranno. Dovrai eseguire tutta una serie di esami volti a valutare la salute del feto ed il rischio anomalie genetiche. Nello specifico, dovrai eseguire esami del sangue e delle urine e, se necessario, fra la quindicesima e la diciassettesima settimana,  il tritest.

Continua a controllare il tuo peso corporeo per evitare di accumulare chili in eccesso. Segui un alimentazione sana ed equilibrata e bevi molta acqua per combattere la ritenzione idrica. La pancia anche se è ancora piccola e poco visibile inizia ad arrotondarsi. E’ arrivato il momento di adeguare il tuo guardaroba con abiti comodi. Ricordati, inoltre, di acquistare delle creme per prevenire le smagliature e idratare la pelle che inizia a tendersi con l’aumento della pancia. Dal quarto mese di gravidanza potresti notare la comparsa di macchie scure sulla pelle del viso. Non devi allarmarti, si tratta del cloasma gravidico e non è altro che un’eccesso di pigmentazione dovuta agli ormoni della gravidanza. Cura la tua pelle con creme specifiche ed evita di esporti al sole senza protezione.

Se questa non è la tua prima gravidanza, in questo quarto mese potresti avvertire già qualche movimento del feto. Avvertirai come delle farfalle nello stomaco! Se, invece, sei al primo figlio, dovrai attendere qualche altra settimana!

 

Photo Credits| Thinkstock