Proteggere gli occhi dei bambini con gli occhiali da sole

di Redazione 2

occhiali sole bambini

Al primo raggio di sole, eccoci sfoggiare un paio di occhiali. Non è solo un vezzo o una moda, è un modo per proteggere i nostri occhi dall’esposizione prolungata ai raggi solari. Non potrebbe essere così anche per i bambini? Ci stupiamo tanto vedendo un bimbo con gli occhiali da sole, pensiamo sia un gioco e lui è così carino. In realtà dobbiamo ricordare che i raggi ultravioletti minacciano le parti anteriori dell’occhio come le palpebre e la cornea. È quindi importantissimo schermare anche i piccoli di casa.

L’esposizione prolungata può evitare di danneggiare la retina, ma può anche causa la comparsa di cataratta in giovane età  così come anticipare la degenerazione maculare senile. Per i bambini ci vogliono quindi gli occhiali, un bel cappellino con visiera e una dose massiccia e ripetuta di crema protettiva. Come si scelgono gli occhiali? Andate da un ottico, non comprateli sulle bancarelle, perché è davvero importante che le lenti siano di qualità.

Le lenti migliori per i bambini sono quelle standard o polarizzate. Per quanto riguarda la colorazione, poco importa. È bene che siano scure, poi che diano sul verde, il blu o il marrone non fa nulla. Semmai lasciate che sia il bimbo a scegliere cosa preferisce.  Perché questo consiglio? Perché i bambini potrebbe non volerli indossare. I capricci sono all’ordine del giorno: se interpreta l’occhiale come un gioco o ha un reale fastidio, non farà storie, altrimenti sono guai.

È quindi utile coinvolgerlo nella scelta e poi fategli capire che si tratta di un oggetto da persona grande. Anche lui lo è e deve imparare a resistere. Magari studiatevi a tavolino una storia per rendere più credibile questa teoria. Veniamo ora all’ultima nota dolente: il costo. Quando si va dall’ottico si spendono sempre molti soldini. Allora, non c’è bisogno di spendere cifre eccessive. Considerate che non sono lenti correttive e i bambini non hanno bisogno di griffe.

Photo Credit | ThinkStock

[Fonte]