Polpette al sugo per i bambini

di Redazione Commenta

Comfort food per eccellenza, le polpette al sugo mandano in visibilio gli adulti, figuriamoci i bambini. Le polpette mettono sempre tutti d’accordo: tuffate in un sugo al pomodoro diventano a dir poco irresistibili. Si tratta di polpette che possono essere mangiate a partire da pochi anni, realizzate con un impasto a base di carne, morbido e delicato al palato, che piaceranno molto ai mini buongustai.

Polpette al sugo per i bambini

Tra le polpette di carne per bambini queste hanno una marcia in più conferita dall’utilizzo del sugo di pomodoro, che dà vita, allo stesso tempo, ad un ottimo condimento per la pasta, qualora ne vogliate approfittare. Queste polpette morbide di carne possono anche essere cotte al forno, per un risultato veramente accattivante. Inutile dire come risultino perfette per il pranzo di tutta la famiglia. Ecco come prepararle.

Polpette al sugo

Ingredienti

500 gr di carne di manzo tritata
100 gr di mollica di panino bianco
latte qb
2 uova
1/2 cipolla
1 lt di passata di pomodoro
50 gr di parmigiano grattugiato
1 pizzico di sale
olio extravergine di oliva qb
basilico fresco qb

Preparazione

Mettere a bagno nel latte la mollica di pane tagliata a pezzetti. Fare riposare, nel frattempo versare in una ciotola la carne tritata ed unire metà dose di cipolla affettata, il formaggio, le uova e del sale. Mescolare ed unire anche la mollica strizzata e sbriciolata, quindi impastare bene e fino ad ottenere un composto morbido e modellabile. Creare delle polpette ed adagiarle su di un vassoio, tenendole da parte. Adesso affettare la cipolla rimasta e metterla a stufare in una pentola con poca acqua ed olio. Una volta diventata trasparente aggiungere la passata di pomodoro, un pizzico di sale ed il basilico, e fare scaldare bene. Adesso adagiarvi le polpette, avendo cura di non romperle, e farle cuocere per circa 30 minuti. Fare intiepidire e servire.

Polpette di pollo e verdure per bambini

Polpette di cavolfiore per i bambini

Ricette per bambini: due secondi sfiziosi

Photo Credit | Thinkstock