Neonato di tre mesi, come stimolarlo?

di Redazione Commenta

I tre mesi, un po’ come tutto il percorso di crescita, segnano una tappa importante nella vita di un neonato. E’ il momento in cui il piccolo inizia a diventare più attivo ed è pronto per “accorgersi” che intorno c’è un mondo tutto da scoprire che non aspetta che lui. E se gli occhi continuano a sbirciare catturando nuove immagin, anche le orecchie e la bocca iniziano a mettersi in moto. Comincia anche ad utilizzare le manine, con non troppo successo, almeno per ora. Ma come stimolare un neonato di tre mesi? Ecco qualche consiglio.

Neonato tre mesi come stimolarlo

 

Uno dei metodi più semplici è quello di stimolare il bimbo anche solo con le proprie mani. Muoverle di fronte al piccolo riesce a catturare la sua attenzione. Seguire le dita con lo sguardo da un punto ad un altro lo tiene impegnato. Altro strumento a nostra disposizione è la voce. Intonare una canzone o, meglio, una filastrocca, lo diverte e permette di toccarlo sull’addome, sulle gambe o sui piedini in modo da coinvolgere più sensi. Non solo: recitare delle parole in rima contribuisce a favorire lo sviluppo del linguaggio oltre a, da non sottovalutare, creare un momento di svago tra mamma e bambino.

In quanto ai giocattoli, uno dei più adatti a tale età è sicuramente la palestrina. Ricca di pupazzetti colorati che si muovono e che può tentare di afferrare con le manine, è spesso dotata di musichette che allenano l’udito e gli tengono compagnia durante il gioco.

Un consiglio consiste nel tenerlo spesso, sul letto o su un tappetino adatto, a pancia in giù. La posizione prona facilita i movimenti e lo sviluppo delle vie cerebrali. Quello che sicuramente non aiuta è costringere il proprio neonato dentro box e seggiolini che se da un lato ci permettono di tenerlo tranquillo e sotto controllo, dall’altro ne limitano i movimenti e le eventuali esplorazioni.

Photo Credit | Thinkstock