Neonati: meglio la culla o la cesta?

di Ishtar Commenta

Neonati meglio culla cesta

Meglio la culla o la cesta? Questa è sicuramente una delle domande più frequenti che ogni futura mamma si pone. Il momento della dolce attesa, oltre ad essere contraddistinto da forti emozioni, è anche il periodo in cui si valuta l’aspetto pratico e si iniziano a fare i prmi acquisti, dal corredino fino alla carrozzina. Ma dove dormirà il bambino durante i primi mesi della sua vita? A questo proposito bisognerebbe valutare diversi fattori non lasciandosi necessariamente ammaliare dall’aspetto dell’oggetto in questione.

Tenete conto quindi del fatto che in entrambi i casi, sia la culla che la cesta saranno utilizzati solo per pochi mesi, circa 4, e ponetevi questa domanda, mai tanto attuale come oggi: vale davvero la pena spendere un capitale per acquistare una culla che probabilmente sarà riposta ancora nuova per non essere più utilizzata? In commercio ne esistono diversi tipi, alcune sono impreziosite da nastri e merletti che potrebbero finire in bocca ai neonati. Belle a vedersi, certo, ma i pediatri ne sconsigliano decisamente l’uso preferendo per i bambini dei luoghi in cui riposare decisamente più sicuri. Alcune culle prevedono poi il fatto di poter essere dondolate, anche quì il fascino del dondolio potrebbe assumere connotazioni negative  portando i genitori ad una sorta di schiavitù.

La cesta invece ha decisamente dei vantaggi da prendere in considerazione. All’impatto non si presenterà come una culla, ma ha dalla sua parte il fatto di potere essere trasportata in casa e fuori con comodità per essere poi introdotta anche all’interno del lettino. Da non sottovalutare l’aspetto economico: le ceste, quelle in vimini ad esempio, hanno un prezzo ridotto. E nel caso in cui non si voglia nè la culla ne la cesta? Ci potrebbe essere una terza alternativa rappresentata dal riduttore di letto, ottima soluzione per i prmi mesi di vita del bambino. Si sconsiglia invece, per questioni igieniche, la carrozzina, utilizzata tra l’altro anche per trasportare il bebè fuori casa.

Fonte

Photo Credit | Thinkstock