“Madres Paralelas”: il nuovo film di Pedro Almodovar alla mostra del Cinema

di Gio Tuzzi Commenta

Madres Paralelas
Madres Paralelas: il nuovo film di Almodovar

La 78esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia, verrà inaugurata da un grandissimo film d’autore: sarà “Madres Paralelas”, la pellicola firmata da Pedro Almodovar, è stato proclamato film d’apertura. Una scelta che preannuncia lo spessore che avrà la kermesse. Pedro Almodovar, è un regista di rilievo, delicato e struggente allo stesso tempo: le sue pellicole, mettono al centro tematiche delicate, inquadrate da diverse angolazioni; Almodovar mostra il suo punto di vista con un impatto ora violento, ora delicato, creando attraverso il gioco dello schiaffo e della carezza, un’emozione molto forte. “Tutto su mia madre” “tacchi a spillo”, “Volver”, sono solo alcuni dei suoi capolavori, pellicole preziose e rare come gemme.

 

In questo film, Almodovar tratta una tematica comune, a lui cara: la maternità, e la racconta come sempre dal suo punto di vista. Madres paralelas, è una storia, la storia di due donne in procinto del parto, stessa stanza, letti vicini. Si conoscono e si scambiano poche parole; sono due donne sole, per molti aspetti simili, ma allo stesso tempo diverse. L’approccio al parto, le distanzia: Janis, più adulta, è una donna gioiosa e felice per la nuova vita che sta per dare alla luce, mentre Ana, più giovane di lei, è spaventata e timorosa. Le due donne, si avvicinano nelle ore che precedono il loro parto: è in quei momenti che sboccia il loro legame, che le aiuterà successivamente ad affrontare i problemi che dovranno affrontare.

 

Un film che sembra ricalcare la stessa falsariga della pellicola “Tutto su mia madre”, ma che in realtà ha in comune con esso solo la tematica della maternità. Nel cast Penelope Cruz e Milena Smit, due attrici diverse, che in questo film, hanno creato l’incastro perfetto. Il regista Perdo Almodovar, ha dichiarato di essere grato al Festival per aver scelto il suo film come apertura per la kermesse di quest’anno. E’ stata proprio la città sulla laguna a dargli i natali da regista, per cui, questa occasione, rappresenta un ritorno alle origini e un plauso alla sua carriera.

Allo stesso modo, il direttore del Festival di Venezia, si dichiara felice di questa occasione, di aprire la sua Mostra, con un film di spessore come Madres paralelas. Questo film infatti, come tutti quelli diretti da Almodovar, tratta la tematica della maternità, quella della sessualità e della fragilità umana, in modo singolare: è la libertà di essere, la delicatezza dell’animo umano e allo stesso tempo la forza di combattere e di affrontare la vita, quella che ci viene donata e che va vissuta, nonostante tutto.