Gestosi: sintomi, trattamento e cure per questa patologia

di Gio Tuzzi Commenta

Gestosi
Cura della gestosi in gravidanza

La gestosi, anche definita preeclampsia, è una sindrome causata da un’anomalia dell’organismo nell’adattarsi alla gravidanza. E’ tra le patologie più comuni e diffuse per le donne in stato gravidico, eppure non esiste ancora dal punto di vista empirico, una spiegazione precisa relativa alla sua origine. Ciò che è stato appurato, è che questa patologia, si lega all’ipertensione, alla formazione della placenta e alla conseguente infiammazione che provoca danni ai reni e al cuore.

 

La gestosi, presenta una sintomatologia abbastanza varia, per cui, è generalmente difficile, in prima analisi, effettuare una diagnosi precisa. In linea generale, la gestosi si manifesta con ipertensione, edemi ed infezione delle vie urinarie. Questi sintomi, possono essere accompagnati da altri ancor più generici, come cefalea e vomito, dolori addominali, irritabilità e disturbi della vista. Proprio a causa della genericità dei sintomi, che tra l’altro sono indicatori anche di altre patologie, che è difficile effettuare un’analisi specifica che possa ricondurre immediatamente alla gestosi.

 

La gestosi si lega a delle precise condizioni, che sono l’obesità della gestante, l’età della gestante se è inferiore ai vent’anni o superiore ai trentacinque, l’ipertensione, problemi renali, diabete gestazionale, prima gravidanza. A questa, si associano diverse altre condizioni, che facilitano l’individuazione di una gestosi in gravidanza.

Per individuare la gestosi, è necessario non solo osservare la sintomatologia, ma effettuare delle indagini per poi effettuare una diagnosi. Sarà il medico a stabilire lo stadio della gestosi e l’eventuale cura da associare ad essa per evitare rischi al nascituro. Generalmente, il medico prescrive esercizio fisico mirato, per favorire la perdita di peso e il calo ipertensivo, l’utilizzo dell’aspirina, che nel giusto dosaggio regolarizza i picchi di ipertensione, una dieta equilibrata e sana, e un maggiore assorbimento di vitamine e minerali.

 

La gestosi, si manifesta maggiormente alla fine della gravidanza (ultimo trimestre), e può causare dei danni sia alla madre che al feto. Per la gestante, il pericolo è di andare incontro ad arresto cardiaco, edema polmonare, insufficienza renale, mentre il feto, rischia danni notevoli nello sviluppo o nei casi peggiori la morte. Tra le cause della gestosi c’è l’età della madre e lo stile di vita: è negli ultimi anni, l’età della prima gravidanza, si è spostata in avanti, e questo comporta un rischio per la gravidanza stessa. E’ per questo motivo, che le donne, dovrebbero condurre uno stile di vita moderato, ed eliminare le sostanze tossiche per l’organismo, che potrebbero causare problemi per una futura gravidanza, sia per la gestante che per il bambino.