Irritazioni e disturbi dell’apparato uditivo nei bambini: cause, sintomi e rimedi

di Gianni Puglisi Commenta

IDEA CONGRESS

Acqua, sole, vento, sbalzi di temperatura ed umidità sono tra i fattori che possono cagionare problemi ed irritazioni all’apparato uditivo, specie nei bambini.

Si sa i piccoli amano l’acqua, adorano giocare al mare, tuffarsi in piscina: l’acqua è un elemento presente tra le attività sportive indicate per i propri figli.

Prevenire i disturbi che colpiscono l’orecchio ed il ristagno dell’acqua all’interno dell’orecchio è fondamentale per evitare che si manifestino irritazioni all’apparato uditivo.

Dato che è difficile e quasi impossibile inseguire i propri figli con l’asciugamano appena usciti dalla piscina e dal mare per cercare di asciugarne le orecchie, è possibile ricorrere all’utilizzo di soluzioni otologiche appositamente formulate per prevenire il ristagno di acqua ed idratare l’orecchio.

Disturbi all’apparato uditivo nei bambini: l’otite “estiva”

I bambini, soprattutto fino ai 3 anni, sono particolarmente soggetti al mal di orecchie ed ai disturbi dell’apparato uditivo

Nei bambini l’otite si manifesta soprattutto come un’infiammazione del canale uditivo esterno (otite esterna) o come un’infiammazione del canale uditivo medio (otite media).

Si pensi, ad esempio, dall’infiammazione che colpisce le orecchie dei bambini in estate a causa dell’accumulo di acqua nel canale uditivo.

L’otite è la più comune patologia dell’orecchio nei bambini ed è causata, per lo più, da virus e batteri che riescono a raggiungere il canale uditivo.

L’“otite estiva” non ha una natura infettiva ma può provocare:

  • secrezione di liquido;
  • febbre;
  • arrossamento del canale uditivo;
  • prurito all’orecchio.

L’otite media può presentarsi sotto una forma acuta o in una forma cronica, provocando conseguenze più importanti tra cui un abbassamento dell’udito.

Si pensi, ad esempio, all’otite media catarrale: si tratta di un’infezione che nasce a livello di apparato respiratorio o nella gola e può raggiungere il canale uditivo attraverso la tuba di Eustachio.

Prevenire l’otite ed i disturbi all’orecchio nei bambini: le soluzioni otologiche

Per prevenire l’otite ed i disturbi all’orecchio nei bambini è possibile ricorrere all’utilizzo di soluzioni otologiche appositamente formulate per prevenire il ristagno di acqua ed idratare l’orecchio.

Una delle migliori soluzioni otologiche si chiama Audiolswim ed è stata studiata per prevenire il ristagno e la presenza di acqua nell’orecchio, oltre ad idratare lo stesso.

AudiolSwim crea una barriera mediante l’erogazione nell’orecchio esterno di una miscela di Tea Tree Oil ed Olio di Oliva. Il Tea Tree Oil vanta attività antibatteriche, antimicotiche e antivirali ed idrata la pelle del condotto uditivo, riducendo il prurito e l’eventuale irritazione.

La soluzione otologica AudiolSwim può essere utilizzata anche prima del bagnetto dei bambini, a partire da un anno di età.

Lo spray predosato da 0.05 ML fornisce una dose corretta senza difficoltà o erogazioni eccessive ed è disegnato per adattarsi al condotto uditivo esterno.

La pompetta ghierata impedisce l’ingresso di particelle estranee all’interno del flacone e offre l’integrità del prodotto.