Linea alba in gravidanza, cos’è e quando compare

di Ishtar Commenta

Linea alba gravidanza cos'è quando compare

Per linea alba si intende una macchia di colore scuro che si presenta come una linea verticale, che compare in genere a partire dal secondo trimestre di una gravidanza proprio sull’addome. Della larghezza di un centimetro circa si estende solitamente da sotto il seno fino al pube, attraversando l’ombelico. E’ causata dall’azione degli ormoni estrogeni, i quali vanno a stimolare la produzione della melanina. Dal fenomeno di iperpigmentazione che ne deriva sviene fuori la linea alba.

Cos’è

La linea alba altro non è che una struttura aponeurotica presente sulla zona media dell’addome. Durante la gravidanza può accadere che un ormone prodotto dalla placenta aumenti, causando l’iperpigmentazione della suddetta e dando vita appunto alla linea nigra. La linea alba non presenta la stessa estensione nelle donne in cui appaia, può accadere infatti che parta da sotto il seno così come dall’ombelico; non si può prevenire.

Quando compare

Come anticipato in apertura, compare in prossimità del secondo trimestre di gravidanza anche se non c’è una regola precisa. Inoltre non si manifesta in tutte le donne ed ancora potrebbe arrivare anche più in la. Non è possibile stabilire con certezza se e quando comparirà. Può accadere che inizialmente venga scambiata per una classica smagliatura, anche se risulta più evidente nelle donne dalla carnagione scura.

Quando scompare

La linea alba scompare solitamente nel giro di poche settimane dal parto, in maniera del tutto spontanea e gradualmente. Non richiede alcun tipo di trattamento affinchè ciò avvenga. Si verificano però dei casi in cui non vada più via.

Maschio o femmina?

Un cenno infine alle immancabili credenze popolari. In base ad una di esse si ritiene che a seconda della diversa estensione della linea si possa stabilire il sesso del nascituro. In pratica, nel caso in cui la linea alba parta dall’ombelico e si estenda verso la parte superiore dell’addome il bebè sarà una femminuccia, in caso contrario un maschietto.

Photo Credit | Thinkstock