Letterina di Natale al papà, poesie

di Redazione Commenta

Il nostro Natale è legato a numerose tradizioni che contribuiscono a creare una magica atmosfera e ad allietare le feste a grandi e piccini. Un tradizione natalizia che adoro e a cui non riesco a rinunciare è la lettera di Natale al papà. Trovo che sia un gesto intimo e meraviglioso in grado di riaffermare e rafforzare uno dei legami più forti che esista: quello tra padre e figlio. Ogni anno, la Vigilia di Natale, scrivo la lettera e la lascio scivolare sotto il piatto del mio finto ignaro papà. Voi la scrivete? E i vostri bambini? Se non l’hanno mai fatto, questo è l’anno giusto per cominciare. Bastano semplici parole di auguri e di affetto e magari una bella poesia per rimarcare la solennità della festa.  Ecco, per voi, un paio di poesie che i vostri bimbi potranno scegliere per la letterina ai loro papà. 

Nella notte di Natale ( di Umberto Saba)

Nella notte di Natale
Io scrivo nella mia dolce stanzetta,
d’una candela al tenue chiarore,
ed una forza indomita d’amore
muove la stanca mano che si affretta.
Come debole e dolce il suon dell’ore!
Forse il bene invocato oggi m’aspetta.
Una serenità quasi perfetta
calma i battiti ardenti del mio cuore.
Notte fredda e stellata di Natale,
sai tu dirmi la fonte onde zampilla
Improvvisa la mia speranza buona?
E’ forse il sogno di Gesù che brilla
nell’anima dolente ed immortale
del giovane che ama, che perdona?

Notte silenziosa (Canto tradizionale tedesco)

Vago ciel
senza vel
quante stelle conti mai?
Oh, infinite sono.
Simil di lodi, il suono
S’innalzi al Creator
Dolce Natal, Santo Natal!
Notte sacra e pura
tra una mucca e un agnellin
è nato un piccolo Bambin.
Dormi, o Bimbo divino
dormi, o Bimbo divin!
Dolce Natal, Santo Natal!
Da lassù un canto vien
tutto il cielo si fa canor.
sceso in terra è il Redentor.
Gloria e gloria all’amore
Gloria, gloria all’Amor!