Associazione Germogliare onlus, intervista al presidente Gennaro Salvia

di Chiara R Commenta

Nasce ufficialmente oggi, Sabato 7 Maggio, l’associazione Germogliare Onlus. Fortemente voluta da genitori di neonati che hanno avuto bisogno di particolari terapie, l’associazione si pone l’obiettivo di proteggere la vita dei bambini più fragili, aiutandone le famiglie e sostenendo il lavoro dell’ Ospedale “Buonconsiglio” Fatebenefratelli di Napoli.

Il dottor Gennaro Salvia, Responsabile UO Neonatologia-U.T.I.N. dell’ Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli e Presidente di Germogliare onlus ha risposto alle nostre domande.

Ci parli un po’ della vostra associazione…Quando e come è nata l’Associazione Germogliare Onlus?

L’ associazione Germogliare onlus è nata formalmente sei mesi fa, ma le sue attività sono ufficialmente iniziate con l’inaugurazione di sabato 7 maggio 2011, presso la sala conferenza dell’ Osp. Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli.

Nel dettaglio, di cosa si occupa l’associazione e che tipo di attività propone?

Germogliare onlus è una Associazione di utilità sociale e senza scopo di lucro che si propone di sostenere il lavoro dell’ Ospedale “Buonconsiglio” Fatebenefratelli di Napoli. Germogliare onlus è nata su iniziativa di genitori di neonati che hanno avuto necessità di cure intensive presso l’ Ospedale Buonconsiglio e lavora per aiutare gli Operatori sanitari ad offrire ai neonati, alle loro mamme e alle loro famiglie servizi, tecnologie e competenze che possano rispondere ai loro bisogni, nei momenti di maggiore fragilità.

Ci parli un po’ della Banca del latte..come funziona?

Il principale progetto che l’ Associazione si propone di realizzare è quello della organizzazione della prima banca del latte umano donato della Regione. Da sempre il latte materno ha rappresentato l’ alimento ideale per i neonati a termine come per quelli nati pretermine. Il latte materno per i neonati prematuri, oltre ad essere un alimento biologico formidabile per la crescita e lo sviluppo psicomotorio, rappresenta la migliore difesa contro le infezioni. Quasi sempre però, proprio le mamme dei bambini prematuri non riescono a produrre il latte per nutrire il proprio bambino, perché la necessità di assistenza del neonato in incubatrice fa mancare la stimolazione del seno materno, necessaria per il mantenimento della secrezione di latte.

Alcune mamme di neonati sani, però, hanno la fortuna di produrre molto più latte di quanto serva al proprio bambino e possono donarne una piccola quantità, da conservare in una “banca del latte” ospitata presso un reparto di Neonatologia, che potrà poi destinarlo a neonati che ne hanno bisogno. La donazione del latte materno rappresenta un grosso atto d’amore che alcune mamme possono  fare nei confronti di mamme in difficoltà.Le banche del latte umano donato sono disponibili in molti Ospedali del Centro Nord Italia, quasi nessuna al Sud.

In che modo mamme o famiglie che lo desiderano possono mettersi in contatto con l’Associazione Germogliare Onlus?

Cercando informazioni sul sito internet www.germogliare.it,  scrivendo all’indirizzo email [email protected], contattando il Presidente, Dott. Gennaro Salvia, presso la UO di Terapia Intensiva Neonatale dell’ Osp. Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli, via A. Manzoni 220 e magari andare proprio a visitare il reparto dove sono ospitati i cuccioli.

L’ Unità Operativa di Terapia Intensiva Neonatale dell’ Ospedale Buon Consiglio Fatebenefratelli di Napoli è una struttura di alta specializzazione, attiva da dieci anni, che garantisce l’assistenza medica al neonato critico a tutti i livelli di complessità, con risultati in linea con i più elevati standard internazionali. Lavora in coordinamento con l’ Unità Operativa di Ostetricia per l’ assistenza delle gravidanze fisiologiche e di quelle a rischio per offrire tutte le risorse indispensabili per affrontare il percorso della nascita in sicurezza. L’ Ostetricia del Fatebenefratelli fa venire alla luce circa 1400 bambini all’anno, la gran parte in modo naturale. La Terapia Intensiva Neonatale ricovera circa 250 bambini all’anno, il 30 % dei quali provenienti da altri centri nascita della Regione.

Progetti per il futuro?

I progetti sono di sostenere lo sviluppo dell’ Area materno infantile dell’ Osp. Fatebenefratelli di Napoli per offrire ai neonati, alle loro mamme e alle loro famiglie servizi, tecnologie e competenze che possano rispondere ai loro bisogni, nei momenti di maggiore fragilità.

Come è possibile dare una mano concreta alla vostra Associazione?

Germogliare onlus conta sulla solidarietà delle mamme e dei papà che hanno vissuto da vicino i successi e le frustrazioni, l’impegno e le speranze che animano il lavoro di infermieri e medici in una Terapia Intensiva Neonatale e di quanti vorranno contribuire con un po’ del loro tempo a trovare risorse da impiegare per poter offrire cure sempre migliori ai piccoli neonati in difficoltà.

Tutti possono partecipare alla vita di Germogliare onlus, diventando socio ordinario o socio sostenitore. E’ sufficiente compilare la domanda di iscrizione,  pagare la quota annuale e rimboccarsi le maniche.

E’ possibile effettuare donazioni per sostenere le iniziative di Germogliare onlus, mediante versamento sul cc n° 100000016503 di BANCA PROSSIMA S.P.A., filiale di MILANO.

E’ possibile destinare il 5 x mille della dichiarazione dei redditi a Germogliare onlus insrendo il codice fiscale dell’ Associazione – 95134150630 – e apporre la firma  nell’ apposito riquadro presente sul modello di dichiarazione fiscale.

Tutta la modulistica è scaricabile dal sito internet www.germogliare.it