Il feto ha bisogno di luce già nel pancione

di Mildred Commenta

Secondo uno studio condotto negli Stati Uniti  lo sviluppo del sistema visivo attraversa una fase fondamentale già nel feto. Sin dalla gestazione infatti la luce che penetra all’interno del grembo materno avvia processi fondamentali per il corretto sviluppo dell’occhio. La ricerca è molto importante perchè aiuta a comprendere i meccanismi di sviluppo dell’occhio e della retina e quelli di insorgenza di alcune malattie del sistema visivo tra cui la retinopatia del prematuro che causa cecità nei bimbi nati prematuramente.Gli studiosi del Cincinnati Children’s Hospital Medical Center e dell’Università della California a San Francisco hanno infatti identificato un meccanismo di risposta alla luce che influisce sulla vascolarizzazione dell’occhio, fattore dal quale dipendono molte patologie visive. In base a una sperimentazione condotta su topolini da laboratorio i ricercatori hanno scoperto che la luce attiva nel feto, e non nella madre, una proteina, la cosiddetta melanopsina, fondamentale per lo sviluppo dei vasi sanguigni dell’occhi e dei neuroni della retina.

Perchè l’occhio si sviluppi correttamente è necessario che la futura madre si esponga sufficientemente alla luce, soprattutto durante le ultime settimane di gravidanza. Se un numero sufficiente di fotoni penetra dentro il grembo materno il neonato impara a vedere, sostengono in qualche modo i ricercatori.

Questo dimostra che la luce gioca un ruolo fondamentale nello sviluppo della vista sin dall’epoca gestazionale e non solo in seguito come si è sempre creduto.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock