L’ambliopia ovvero la sindrome dell’occhio pigro

di Micol 17

occhio-pigro-ambliopia-bambiniOggi voglio parlarvi dell’ambliopia o sindrome dell’occhio pigro nei bambini, un disturbo abbastanza banale e facilmente correggibile, che se trascurato però può diventare irreversibile. E’ molto importante perciò come prima cosa portare il piccolo ad effettuare una prima visita oculista almeno verso i due – tre anni, l’ambliopia infatti è curabile al 100% e i risultati sono maggiori, minore è l’età del bambino. La sindrome dell’occhio pigro infatti non dipende da un difetto dell’occhio, bensì dal cervello che ignora le immagini provenienti dall’occhio più debole, alla lunga ciò provoca uno sviluppo non corretto della visione e di conseguenza un calo della vista.

Io soffro di questo disturbo perché da bambina non sono stata sottoposta ad una visita oculistica, ed ora il mio occhio sinistro praticamente vede al 50%. Questo perché l’occhio pigro si può correggere entro i sei anni di vita, dopo questo periodo infatti il sistema visivo giunge alla sua maturazione completa poiché le cellule cerebrali correlate alla vista non si sviluppano più dopo questo lasso di tempo.

Ma vediamo le cause che possono portare all’ambliopia (dal sito dell’Istituto oftalmico europeo):

  • Nella maggior parte dei casi (l’80% dei casi diagnosticati) l’occhio pigro è una conseguenza della differenza di gradazione tra gli occhi causata da miopia o più comunemente da ipermetropia o astigmatismo elevato: il cervello favorisce lo sviluppo di uno dei due occhi (quello che vede meglio) e smette di lavorare con l’altro, facendolo diventare un occhio pigro.
  • In altri casi, l’ambliopia deriva da un problema di strabismo (deviazione oculare) che è alla base di problemi di vista doppia e fa sì che il cervello annulli le informazioni dell’occhio deviato e utilizzi solo le informazioni inviate dall’occhio sano.
  • In altri casi, l’origine dell’ambliopia è un problema congenito che offusca la vista, ad esempio la cataratta o la cornea opaca. In questi casi, è necessario eseguire un intervento chirurgico il prima possibile per evitare un calo dell’acutezza visiva.

Ma come riconoscere i sintomi dell’occhio pigro?

Osserva il tuo bambino mentre gioca, disegna, guarda la tv etc. da alcuni suoi comportamenti potrai trovare degli indizi che possono far presuppore che usi solo uno dei suoi occhi:

  • Quando legge o disegna, si avvicina eccessivamente al foglio?
  • Distoglie lo sguardo dagli oggetti che guarda con molta frequenza?
  • Apre e chiude le palpebre per guardare?
  • Si stropiccia continuamente gli occhi?
  • Piega la testa da entrambi i lati per guardare quello che viene scritto alla lavagna?
  • Ha spesso gli occhi lucidi o arrossati?
  • Soffre frequenti mal di testa?
  • Il sole gli dà fastidio e non si adatta subito all’oscurità?

E quale è la cura per la sindrome dell’occhio pigro?

La stragrande maggioranza dei casi di ambliopia si corregge facilmente bendando l’occhio sano e correggendo il difetto della vista con gli occhiali, ciò serve a stimolare l’occhio pigro e ha costringere il cervello a recepire le immagini che arrivano da quest’ultimo.