Fecondazione assistita, è boom fra le over 40

di Redazione 3

E’ cresciuto, nel 2009, il numero di coppie che si sono rivolte alla fecondazione assistita per realizzare il proprio desiderio di avere un figlio. Questo il dato emerso dalla relazione annuale sulla legge 40 inviata dal ministero della salute al parlamento. In aumento anche l’età media delle donne che si sottopongono al trattamento: le media italiana è di 36.2 anni (nel 2008 era 35.9) mentre quella europea si attesta sui 34 anni.

Il dato più eclatante però è quello che riguarda le mamme over 40: oltre il 28 per cento degli interventi di procreazione medicalmente assistita riguarda infatti  donne che hanno superato gli “anta” anche se le percentuali di successo in quest fascia di età rimangono ancora molto basse: solo il 6 per cento delle aspiranti mamme tra i 40 e i 42 anni, riesce a mettere al mondo un bambino, percentuale che scende all’1.7 per cento sopra i 43 anni.

Sempre dal rapporto emerge che, anche se la maggior parte dei centri dove viene effettuata la fecondazione assistita sono privati (oltre il 50 per cento), i trattamenti si svolgono soprattutto presso strutture pubbliche o private convenzionate, presenti soprattutto nel nord del paese.

Più in generale, si registra un trend positivo anche per il numero di gravidanze ottenute e di bambini nati mentre, un’altra buona notizia, cala il numero delle complicanze legate a iperstimolazione ovarica. Addirittura decuplicato in sei mesi il numero di embrioni congelati a fronte di una diminuzione del numero di ovociti con lo stesso destino dal cui scongelamento derivano un sempre maggior numero di gravidanze.

Tutto questo in attesa delle nuove linee guida per la legge 40, delle quali vi abbiamo già fatto cenno, la cui diffusione è attesa per il prossimo autunno e in merito alle quali non hanno tardato a crearsi le immancabili polemiche in tema di privacy.

[Fonte]