Dormire a contatto con la mamma migliora il sonno del neonato

di Mariposa 6

 

Tanto si è detto e tanto probabilmente si dirà su questo tema: bebè a letto con i genitori. C’è ovviamente lo schieramento dei favorevoli, che tengono il cucciolo nel lettone già da piccolissimi (quando sarebbe meglio, per questioni di sicurezza, lasciarlo dormire nella culla) e quelli dei contro a tutti i costi in difesa dell’intimità matrimoniale. Secondo un nuovo studio dell’University of Cape Town, in Sudafrica, i bambini che dormono a stretto contatto con la mamma riposano di più e meglio.

Non si tratta solo di tenere il bambino nel letto, ma farlo dormire proprio addosso, pelle a pelle. In questo modo si regolarizza il battito cardiaco, i livelli di stress diminuiscono e i pupi riescono a riposare meglio.  Per giungere a questa tesi hanno analizzato 16 neonati, venuti al mondo da pochissimi giorni: veri e propri pulcini. Gli esperti si sono accorti che i bimbi che dormono da soli nella culla vivono uno stress decisamente superiore, quasi triplo. Quello che abbiamo descritto in questo post è il cosiddetto metodo canguro (marsupioterapia), di cui in passato abbiamo già parlato, perché viene utilizzato in alcuni ospedali nel trattamento dei bambini prematuri. La mamma funziona come incubatrice e il cuoricino del piccolo si regolarizza, battendo all’unisono.

Gli studiosi hanno ovviamente sottolineato un aspetto importante. I bambini piccoli si possono trovare in situazioni di pericolo nel lettone, se non si sta molto attenti: rischiano il soffocamento o di essere inavvertitamente schiacciati. Ne consegue che questo modo di dormire può essere consigliabile solo se la mamma non è obesa, non fa uso di droghe o alcol e soprattutto non ha un sonno estremante pesante, magari dovuto proprio alla stanchezza causata dalla maternità. Inoltre, evitate di tenere nel letto, giocattoli o cuscini molto ingombranti. La posizione migliore per lo sviluppo cerebrale è appoggiare il bebè sul petto della mamma e farlo dormire così per le prime settimane di vita.