Il Carnevale fa bene ai bambini

di Redazione 1

Manca poco più di una settimana all’arrivo del Martedì Grasso (8 marzo), giorno in cui, come da tradizione si concentrano i maggiori festeggiamenti per il Carnevale. Grandi e piccoli, in questi giorni, sono in fermento per gli ultimi preparativi: la scelta delle maschere, la preparazione dei carri e delle feste, gli scherzi da fare, le filastrocche da recitare, etcc..

Tutto deve essere pronto per una delle feste più amate dai bambini e che si è rivelata un toccasana per la loro salute psico-fisica. Parola di pediatra. Secondo Italo Farnetani, pediatra di Milano, infatti, il Carnevale stimola la creatività e la fantasia dei bambini, favorisce la socializzazione e il buon umore.

Il Carnevale, spiega il dottor Farnetani

stimola la fantasia e, attraverso i travestimenti, permette di sviluppare le operazioni mentali. E’ anche un’occasione per stare in mezzo ai coetanei, in un’epoca in cui il rischio maggiore per bambini e adolescenti è quello di stare sempre più spesso da soli o di avere pochi amici. […] Altro elemento positivo per i bambini, il fatto di fare qualcosa di divertente insieme ai genitori: vestirsi, truccarsi e scherzare insieme rinsalda il legame fra i piccoli e gli adulti, che farebbero bene a mascherarsi a loro volta, per condividere il clima di festa.

Non bisogna, quindi, rinunciare ai festeggiamenti e anche se c’è crisi e si preferisce risparmiare sul vestito, è bene cercare di assecondare le inclinazioni dei bambini, optando, magari, per i costumi fai da te.  Secondo il pediatra, inoltre, non bisogna sottovalutare le scelte dei bambini circa il costume:

Fra i costumi favoriti –spiega Farnetani– i più piccoli indicano spesso gli animaletti: dagli orsetti, alle coccinelle, alle farfalline. Questo perché sotto i cinque anni c’è l’imitazione della realtà, e i bambini copiano i loro animali del cuore trasformandosi per un giorno nel cucciolo preferito. Sopra i cinque anni, invece, mascherarsi è un modo per entrare nella dimensione del sogno. Ecco che le bimbe faranno a gara per indossare abiti da fatine, principesse, regine e damine, mentre i maschi, oltre agli eroi dei cartoni più recenti, ameranno ancora nascondersi dietro la maschera di Zorro o sfoggiare il cappello piumato di D’Artagnan.