Calendario cinese: come conoscere il sesso del nascituro

di Gio Tuzzi Commenta

Calendario cinese
Come scoprire il sesso del nascituro con il calendario cinese

Sarà maschio o femmina? Le domande sul sesso del futuro nascituro, sono le più frequenti nel primo trimestre di gravidanza. L’amniocentesi, la morfologica e il test del DNA fetale, sono le indagini scientifiche più attendibili, attraverso le quali è possibile scoprire il sesso del bambino e possono essere effettuate dopo il terzo mese di gravidanza. Esistono poi prove e test prive di base empirica, che vengono effettuati per conoscere il sesso del nascituro: il calendario cinese, è un test che rivela il sesso del bambino in relazione al concepimento e all’età anagrafica della madre. Questo tipo di test, non ha alcun tipo di evidenza scientifica, per cui va considerato come un gioco o un esperimento puro e semplice.

 

Il calendario cinese, è in realtà una tabella, che è strutturata ad incrocio: sulla linea orizzontale, si distribuiscono i mesi dell’anno, su quella verticale si indica l’età anagrafica della madre. Le combinazioni che si creano, sono molteplici: secondo il calendario cinese, in alcuni mesi, si ha una maggiore probabilità di concepire un maschio, in altri giorni invece una femminuccia; questa stessa tipologia di calcolo, può essere applicata ai mesi: alcuni favoriscono il sesso maschile, altri quello femminile, ma il risultato sarà sempre dato dall’incrocio con l’età della madre e quella del concepimento.

 

I mesi invernali di Gennaio, Febbraio e Marzo, tendono a prediligere il sesso maschile: fiocco azzurro dunque, per le donne che restano incinte nei periodi freddi, in particolare nel primo mese dell’anno; a febbraio e Marzo, l’incrocio con l’età della madre, è di fondamentale importanza perché esistono buone probabilità che nasca una femminuccia; le percentuali, dividono al 50% percento le possibilità di concepimento di un maschio o di una femmina.

 

Il periodo primaverile si spacca a metà: ad aprile, la tendenza per le femminucce è maggiore, ma escludendo l’età della madre (18, 20,24 26, 30, 31, 36,42 anni) tenderà per un maschio; Maggio è un mese maschile, Giugno, divide le probabilità a metà. L’estate ha lo stesso meccanismo: Luglio è maschile, Agosto si divide, e Settembre è un mese femminile. L’autunno, vede Ottobre protendente al sesso maschile, Novembre a quello femminile, e Dicembre equo.

 

Il calendario cinese, è un gioco, un esperimento che non dà alcun risultato certo, perché non ha fondamenta scientifiche, per cu è possibile farlo, ma senza affidarsi ai risultati. Questi potrebbero anche essere giusti, ma in realtà, mancando un’indagine scientifica, manca di base la possibilità di confermare il risultato.