Daltonismo bambini: riconoscerlo e affrontarlo nel modo giusto

di Gio Tuzzi Commenta

Daltonismo
Riconoscere il daltonismo nei bambini

Il daltonismo è un deficit che interessa il campo visivo, che altera la percezione dei colori, ed in particolare del blu, del rosso e del verde. E’ un deficit di tipo ereditario, ma non progressivo: si manifesta sin dalla nascita, e non va ad inficiare sulla capacità visiva in generale. Suddetta anomalia visiva, prende il nome dal suo scopritore, Dalton, che era affetto da questo deficit e studiò per individuare le cause che lo determinavano. Il daltonismo, è iscritto nei geni, ma viene riconosciuto solo successivamente, ovvero quando i bambini iniziano a riconoscere i colori. Sono maggiormente colpiti i maschi, perché il daltonismo, riguarda l’alterazione del cromosoma X, ma se sono difettosi entrambi i cromosomi, può colpire anche le femmine.

 

Questo deficit visivo, può manifestarsi sia in età scolare, -come accade nella maggior parte dei casi-, ma anche in età adulta. Nel primo caso, sono sia i familiari che gli insegnanti a rilevare la mancata distinzione di alcuni colori. I primi “sintomi”, si manifestano proprio nei primi approcci con il disegno e con le immagini, oltre che nell’utilizzo errato dei colori, che vengono scambiati e confusi. Per diagnosticare il daltonismo, è necessaria una visita oculistica, ma è possibile anche effettuare dei test prima, che aiutino a riconoscere la problematica.

 

Il più comune, riguarda la mescolanza dei colori: versando un vasetto di vernice marrone in un vasetto di vernice rossa o verde. Il marrone, tenderà ad unirsi ad uno dei due colori, ma per un daltonico, che non riesce a cogliere le sfumature di questi specifici colori, sarà difficile effettuare l’esperimento senza versare altro colore per notare questa fusione. Un altro test, più specifico e chiarificatore, è quello delle tavole di Ishihara, nel quale vengono mostrate ai bambini delle immagini colorate in cui predominano il verde, il rosso ed il blu. I bambini affetti da daltonismo, non riusciranno a distinguere bene questi colori, o -a seconda della gravità del caso-, no li riconosceranno affatto.

 

Una volta diagnosticato il daltonismo, è importante fornire ai bambini il supporto emotivo giusto per affrontare suddetta problematica: ci sono delle tecniche specifiche per far si che i color vengano riconosciuti, come, imparare i nomi degli stessi e disporli sempre nello stesso modo, o definirli con la scrittura, attaccando sul pastello il nome del colore. E’ anche importante che il bambino in questione venga supportato nel modo giusto, o che venga apprezzato anche nelle scelte di colori diversi per il suo sforzo o la sua capacità di interpretare le gradazioni di colore.