Bambini, troppo glutine da piccoli favorisce la celiachia 

di Fabiana Commenta

Tanto glutine nell’alimentazione dei bambini aumenterebbe il rischio di sviluppare la celiachia. 

celiachia

O almeno un’alimentazione del genere potrebbe favorire lo sviluppo della celiachia: questo almeno è quanto suggerisce un nuovo studio svedese condotto sull’osservazione di migliaia di bambini nati tra il 2004 e il 2010. 

Lo studio svedese 

Lo studio condotto dai ricercatori della Lund University, in Svezia è stato effettuato su migliaia di bambini nati tra il 2004 e il 2010: 6600 bambini i particolare nati tra il 2004 e 2010 in Germania, Svezia, Finlandia e Stati Uniti e ha confermato che l’alimentazione potrebbe influenzare concretamente il rischio di sviluppare l’infiammazione cronica dell’intestino. 

Questo accadeva con un aumento del 7,2% dei casi nei soggetti che avevano assunto maggiori quantità di glutine nei primi anni rispetto agli altri.  

Un rischio concreto dunque quello che lega l’alimentazione con la celiachia e che aumenterebbe con un alto consumo di cibi al glutine nei primi cinque anni di vita, ma tra coloro che già possiedono una predisposizione genetica per celiachia e diabete. 

E se restano anche sconosciute le cause dell’associazione alimenti-celiachia, è anche vero lo studio potrebbe essere importante per capire se alcuni alimenti possano ulteriormente favorire l’insorgenza della celiachia. 

Troppo glutine da bambini aumenta il rischio di celiachia

Ma che cos’è la celiachia? La celiachia è una malattia autoimmune che si presenta solo in soggetti che sono geneticamente predisposti. Tenendo conto di questo fattori, i ricercatori hanno provato a indagare cosa potesse aumentare le probabilità di sviluppare la patologia. I dati dello studio confermano, secondo Daniel Agardh, autore principale del lavoro, che esiste una concreta  correzione fra la quantità di glutine consumata dai bambini e il rischio di sviluppare la celiachia o la forma iniziale della malattia. 

La dieta gluteica favorisce l’auto-immunità

Tutti i bambini che avevano una dieta altamente gluteica avevano circa il 6% di possibilità in più di sviluppare l’auto-immunità, la una risposta immunitaria anomala al glutine che spesso rappresenta lo stadio antecedente la celiachia. 

Quindi lo studio conferma che l’assunzione di glutine è rischiosa soprattutto peri soggetti di età compresa fra i 2 e 3 anni. 

E sembra che siano sufficienti sono 2 grammi al giorno di glutine  per poter aumentare le possibilità di sviluppo dell’infiammazione cronica. 

 

 

CELIACHIA PIU’ FREQUENTE PER I BAMBINI NATI IN ESTATE