La guida della gravidanza: 16esima settimana

di Redazione 10

16settimane-itaLA SEDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA

E sono sedici settimane! Il tempo ora ti sembra scorrere più velocemente e ti senti carica di energia, goditi questi momenti in vista del terzo trimestre di gravidanza in cui il pancione sarà cresciuto e tu potresti sentirti molto appesantita.

In ogni caso questo per te è il momento di fantasticare e pensare al tuo bambino, quando nascerà se d’estate o d’inverno, a domandarti tutto quello di cui avrà bisogno e a quanto la tua vita cambierà. Questo è un momento bellissimo per ogni coppia, sono istanti che ti legheranno profondamente al tuo compagno. 

  • LA MAMMA

ZZ3AD993ADIl tuo volto ha una luce particolare e la gente inizia a capire che c’è qualcosa di diverso in te, il colorito particolare del tuo viso è dovuto all’aumento del volume di sangue in circolo. Questo è il periodo in cui ti divertirai di più, dato che gli ormoni si sono stabilizzati e i malesseri mattutini sono diventati molto più leggeri. Alcune donne sentono già i primi movimenti del bimbo, altre invece li inizieranno a sentire più avanti. Questi movimenti iniziali sono descritti come delle piccole vibrazioni, simili a quelle tipiche causate da gas e movimenti intestinali, quindi potresti non accorgertene.

Il rischio di aborto spontaneo è diminuito drasticamente dopo la quattordicesima settimana, tu hai una piacevole sensazione di benessere in questo periodo. Se hai la sensazione di ingrassare esageratamente in questo periodo, puoi mangiare più verdura e frutta evitando cibi grassi e pesanti, e continuare a fare leggeri esercizi fisici. Mangiare frutti secchi e bere dei frullati di frutta fresca quotidianamente è assolutamente consigliato.

  • IL BAMBINO

ZZ0244E7AFPreparati perché da questa settimana il tuo piccolo avrà una crescita a dir poco vertiginosa, raddoppierà di peso e diventerà più “alto” nel giro di pochi giorni. Ora è grande quanto un avocado ed è lungo all’incirca 12 centimetri. Le sue gambe si stanno allungando ancora, la sua testa adesso è più eretta e i suoi occhi e le sue orecchie si stanno muovendo per raggiungere la loro posizione definitiva.

I suoi capelli stanno iniziando a crescere in questi giorni ed anche le unghie delle dita dei piedi. All’interno del suo corpicino il cuore pompa una grande quantità di sangue, quantità che aumenterà mano mano che lui continuerà il suo percorso di sviluppo. Il tuo piccolo sta mettendo del grasso sotto la pelle in modo da avere una protezione isolante. Ora lui e la placenta sono della stessa grandezza. I suo genitali sono completamente sviluppati e un’ecografia sarà in grado di rivelare il sesso del piccolo.

  • L’AGENDA  DEGLI ESAMI

ZZ0C4CC3D5Dalla quindicesima settimana alla diciassettesima settimana potrai fare il Tri-test, un esame che tramite un prelievo di sangue permette di valutare la presenza di tre sostanze prodotte in parte dalla placenta ed in parte dal fegato del feto: l’alfafetoproteina, l’estriolo non coniugato e la beta-gonadotropina corionica. I risultati ottenuti vengono inseriti in un computer che, con un apposito programma, li elabora prendendo in considerazione alcuni parametri come la tua età, il tuo peso corporeo, la settimana di gestazione datata ecograficamente, la presenza di patologie materne (come ad esempio il diabete) o un’eventuale presenza di gravidanza gemellare. L’elaborazione di tutti questi dati fornisce un numero, che esprime la probabilità che tu possa avere un figlio affetto dalla sindrome di Down. Il Tri-test di conseguenza non dà alcuna certezza, ma può darti un’indicazione per decidere di sottoporti ad un’amniocentesi.

Dalla quindicesima settimana alla diciottesima settimana inoltre potrai effettuare l’amniocentesi, un esame invasivo che consiste nel prelievo di una piccola quantità di liquido amniotico per individuare alcune anomalie cromosomiche che portano a malattie genetiche come la Sindrome di down o la Fibrosi cistica. Questo test è consigliato in linea generale alle donne con età superiore ai 35 anni, con malattie genetiche in famiglia o con primo figlio affetto da malattia genetica. L’amniocentesi presenta un rischio d’aborto dello 0,5%.

[Se oltre alla SEDICESIMA SETTIMANA DI GRAVIDANZA, sei interessata anche al resto, consulta il calendario complessivo delle settimane di gravidanza, per scoprire come cambia il tuo corpo e seguire l’evoluzione del tuo bambino]