Lo zaino porta bambini

di Chiara R Commenta

Il passeggino, si sa, è un alleato preziosissimo per mamme e papà. A volte, però, può risultare ingombrante e di difficile impiego. E’ il caso, ad esempio, di lunghe passeggiate all’aria aperta o del trekking in montagna che, soprattutto in estate, viene praticato moltissimo. In queste situazioni risulta molto utile lo zaino porta bambino. Si tratta di un supporto per bambini strutturato, dotato, cioè, di una struttura rigida ottenuta da un’intelaiatura in metallo. Comodo e pratico, grazie alle imbottiture, alle fasce regolabili, alle tasche porta-tutto e alla capacità di ripartire in modo uniforme il peso del bambino sulla schiena dell’adulto, può essere indossato anche per lunghi percorsi al mare o in montagna e, perchè no, anche nel traffico cittadino come alternativa al passeggino. In commercio, dato che lo zaino è un prodotto tecnico, non sono molti i marchi che lo producono. Si trovano, ad esempio, quelli della Ferrino, della Chicco, della Quechua e della Deuter. Prima di acquistare uno zaino porta bambino è sempre importante verificare la presenza di specifiche caratteristiche che rendono lo zaino comodo e sicuro per il bebè.

Uno zaino porta bambini deve possedere:

  • sicurezza: lo zaino deve essere dotato di un doppio cinturino di sicurezza per tenere ben saldo il bambino e di corpose imbottiture. Nello spazio occupato dal bimbo, infatti, non devono essere presenti parti spigolose o dure;
  • regolabilità: le spalline e tutti i cinturini devono essere regolabili in modo da adattarsi all’altezza e alla corporature dell’adulto che lo indossa e del bambino trasportato;
  • leggerezza: lo zaino deve essere leggero per non gravare troppo sulla schiena e sulle spalle dell’adulto. Bisogna considerare che al peso dello zaino deve essere aggiunti quello del bambino;
  • buona qualità dei materiali: i materiali con cui è fabbricato lo zaino devono essere di buona qualità e resistenti al peso e al frequente utilizzo. I materiali devono essere traspiranti, anallergici, anatomici e facilmente lavabili.

Un buono zaino porta bambini, inoltre, può essere dotato di portaoggetti, portabiberon, portacellulare, cappotta con parasole e parapioggia rimovibili. Utile può essere anche il piedistallo che permette di poggiare a terra lo zaino, mantenendo una posizione stabile. Lo zaino porta bebè può essere usato per trasportare bambini che sono in grado di stare seduti da soli e di mantenersi dritti sulla schiena. In caso contrario ne è sconsigliato l’utilizzo.

E voi lo avete mai usato? Cosa ne pensate?