Vacanza con i bambini: le regole dei pediatri per passarle serenamente

di Mariposa Commenta

Siete quasi pronti ad andare in vacanza? I pediatri dell’Ospedale Bambino Gesù di Roma hanno stilato una serie di importanti consigli per viaggiare senza timori, prestando attenzione soprattutto ai piccoli allergici. Prima di tutto: allontanate l’ansia di riempire necessariamente il tempo dei propri figli con qualcosa da fare: dar loro la possibilità di gestirsi con maggiore autonomia, riposare, dormire, fare cose non organizzate, perdere un po’ di tempo in relax, talvolta anche annoiarsi, vuol dire restituirgli una dimensione che non conoscono più.

vacanza-bambini

LATTANTI IN AEREO

Unica accortezza, far deglutire il bambino (offrendogli latte o acqua) al decollo e all’atterraggio.

SÌ ALLO SPORT E TANTA IDRATAZIONE

Bisogna stare molto attenti all’idratazione dei bambini e dei ragazzi che fanno sport. E’ un consiglio che vale tutto l’anno, ma ancor di più in estate quando il dispendio di liquido da parte del corpo attraverso il sudore è molto elevato. Un bambino di 10-12 anni dovrebbe bere un bicchiere d’acqua ogni mezz’ora.

BENESSERE DEGLI OCCHI: BASTA UN CAPPELLINO CON VISIERA

In caso di prolungate esposizioni al sole o se viene manifestato un fastidio alla luce intensa, basta proteggerli con un cappellino con visiera. Nessun problema se un po’ di polvere, di sabbia o di acqua salata finisce negli occhi: è sufficiente fare degli sciacqui con acqua dolce e l’irritazione passa.

AL SOLE BEN PROTETTI. NO AI REPELLENTI

Utilizzare filtri ad alta protezione e non esporre i bambini ai raggi solari nelle ore più calde (dalle 11.30 alle 16:30 a seconda delle latitudini e del clima). Riguardo alle punture di insetto non c’è molto da fare per evitarle. In generale è consigliabile evitare i repellenti: il loro uso combinato all’esposizione al sole può infatti provocare irritazioni foto-indotte, dovute alla luce solare.

PICCOLI ALLERGICI, FARMACI A PORTATA DI MANO.

Il bambino allergico non può dimenticarsi essere allergico. Tenere sempre a portata di mano le medicine specifiche e di non abbassare la guardia nei confronti della dieta e delle terapie. Tra le mete estive ideali per gli allergici, l’alta montagna, zona dove non circolano pollini; il mare vicino alla riva e in generale i luoghi dove l’aria è secca.
Photo Credits | Shutterstock /DONOT6_STUDIO