Stress da rientro, anche i bambini ne sono vittime

di Redazione Commenta

Le ferie sono finite e i vostri bambini appaiono ansiosi, annoiati, irritabili e distratti? Niente paura. E’ lo stress da rientro, dal quale, inevitabilmente, anche i più piccoli sono colpiti. Volete mettere le giornate che hanno trascorso di recente a giocare felici in spiaggia,o in montagna, con queste in cui si ritrovano tra le quattro mura di casa, con il pensiero della scuola che riapre i battenti tra qualche giorno?

E’ chiaro che i bambini si stressano! Cosa fare allora per allentare la tensione da rientro del bambino in poche semplici mosse? A spiegarcelo è la dottoressa Anna Maria Ajello docente di Psicologia dell’educazione all’Università di Roma “La Sapienza”:

Anzitutto bisogna parlare con i propri figli e spiegare loro la situazione:

E’ fondamentale il dialogo chiacchierare con i propri bambini, spiegare loro che i nuovi ritmi di lavoro riguardano tutti, e tutta la famiglia deve abituarsi alla ritrovata quotidianità

Anche mantenere le buone abitudini estive può aiutarci:

Per aiutare i bambini in questa fase delicata è importante conservare alcune buone abitudini acquisite in vacanza: innanzitutto ridurre il tempo trascorso davanti a televisore, o computer per i più grandi, e mantenere gli interessi ‘all’aperto’ il più a lungo possibile

Ma in questa fase, anche lo stile di vita alimentare riveste un ruolo fondamentale, come spiega il nutrizionista Marcello Ticca che sottolinea l’importanza di continuare a giocare all’aperto:

Circa il 50-60% delle calorie devono venire dai carboidrati, non più del 30% dai grassi, il 12-15 % dalle proteine. Fondamentale poi assicurare i giusti apporti di fibra, vitamine e sali minerali. La dieta, oltre che varia, deve essere ben distribuita nel corso della giornata e con un’accorta limitazione dei condimenti grassi

I consigli naturalmente valgono anche per le mamme e i papà. Meno televisione, meno computer, più bici, frutta e verdura. Allora? Cosa ci fate ancora qui?

[Fonte]