Stracchino in gravidanza: tutto quello che c’è da sapere su questo formaggio

di Gio Tuzzi Commenta

Stracchino
Stracchino in gravidanza

Lo stracchino è un formaggio morbido molto gustoso, tendenzialmente leggero, spalmabile, il cui sapore delicato e fresco, si sposa perfettamente con sapori più intensi e tendenzialmente piccanti, che dalla sua delicatezza vengono ammorbiditi e ingentiliti. E’ un formaggio che impreziosisce diversi sapori, adatto sia a piatti freschi e caldi. La lavorazione di questo formaggio, viene fatta grazie al latte crudo prodotto dalle mucche. Lo stracchino dunque, è un formaggio prodotto con il latte non pastorizzato, quindi poco salutare e sicuro per le donne in gravidanza.

 

Durante il periodo di gestazione infatti, è importante seguire una dieta sana e bilanciata, a base di prodotti sani che non arrechino danni alla gestante e al feto. I prodotti caseari che non vengono pastorizzati, come il latte crudo, sono ricchi di batteri, che possono causare diversi tipi di infezioni, che potrebbero danneggiare la mamma e il bambino.

Lo stracchino in gravidanza, non è consigliabile, perché appartiene alla categoria dei formaggi molli. Anche se fresco dunque, questo formaggio, è sconsigliato nella fase della gestazione. Esiste infatti una notevole differenza tra i formaggi molli e quelli freschi: la maggior parte dei prodotti freschi, sono lavorati con latte crudo non pastorizzato, per cui in gravidanza è sconsigliato, a differenza dello stracchino confezionato, che invece, cosi com’è indicato anche sulla confezione, è realizzato con il latte pastorizzato.

 

I prodotti freschi e molli, come la mozzarella, la ricotta e tutti i formaggi freschi, sono realizzati con latte crudo e per questo, non particolarmente salutari, in particolare in gravidanza. I batteri contenuti nel latte crudo, possono causare varie infezioni e irritazione del colon, causando una sintomatologia ad ampio raggio che manifesta con nausea, vomito, diarrea, dolori articolari, capogiri e stato confusionale. In gravidanza, una forma aggravata di questa infezione, che prende il nome di “listeria”, può determinare anche encefalite e meningite.

Lo stracchino dunque, è un formaggio che andrebbe evitato in gravidanza, cosi come la burrata, la mozzarella, la robiola e tutti i prodotti realizzati con latte crudo. E’ dunque consigliabile usare solo prodotti stagionati ed evitare almeno nei primi mesi i prodotti troppo grassi comunque dannosi per l’organismo. I formaggi consigliati in gravidanza, sono quelli stagionati, come il parmigiano, l’emmenthal, il pecorino. Hanno un sapore più intenso e deciso, ma sono assolutamente benefici per l’organismo, perché ricchi di calcio, sostanza utile per la crescita del feto, in particolare nei primi mesi di gestazione.