Sicurezza stradale, i bambini vittima di incidenti sono in calo del 35%

di Redazione Commenta

Sicurezza stradale e bambini, è un tema molto dibattuto anche perché le vittime della strada sono purtroppo sempre troppe. Dopo il tragico record di registrato nel 2014, con 65 vittime, l’osservatorio Asaps, Associazione Sostenitori Amici Polizia Stradale, che raccoglie i dati delle giovani vittime della strada nella fascia cha va da 0 a 13 anni ha registrato 969 incidenti gravi, nei quali hanno perso la vita 42 bambini, di cui 11 di origine straniera, 29 maschi e 13 femmine. Qual è la buona notizia, perché sembrano non essercene? In realtà c’è stata una riduzione del 35% dei bimbi coinvolti.

bambini

Sempre secondo l’osservatorio il Centauro-Asaps, 24 delle 42 giovanissime vittime, pari al 57% del totale, erano trasportate a bordo di veicoli (33 nel 2014) e questo aspetto ripropone il tema del fissaggio dei piccoli sui seggiolini. Non si conosce il dato di quanti fra i morti fossero regolarmente allacciati, ma si può ritenere che una percentuale significativa non fosse trasportata a norma. In particolare, nei casi di espulsione dall’abitacolo del mezzo dopo lo schianto, 2 erano trasportati su una moto, 7 sono stati travolti con la bicicletta (4 nel 2014); 9 erano a piedi per strada, dato in netto miglioramento rispetto ai 25 nel 2014 e 18 nel 2013.

Fra le più giovani vittime della strada il maggior numero si conta fra i piccolissimi. Nella fascia d’età cha va da 0 a 5 anni l’osservatorio ha registrato 21 decessi (50%), 12 i lenzuoli bianchi (28%) nella fascia che va da 6 a 10 anni, 9 in quella da 11 a 13 anni (21%). In 23 incidenti il conducente del veicolo coinvolto è risultato ubriaco o drogato. Sono stati invece 50 gli incidenti causati da pirati della strada (53 nel 2014 e 41 nel 2013). Il presidente Giordano Biserni ha commentato:

Ogni volta che un bambino perde la vita sulla strada, il colpevole è sempre un adulto: incoraggia il miglioramento dei dati del 2015 rispetto a quelli di gran lunga peggiori del 2014, ma il numero dei piccoli che perdono la vita è ancora molto alto.

 

Photo Credits | Shutterstock / Ruslan Iefremov