Quali sono i fattori di rischio del diabete gestazionale?

di Redazione Commenta

Il diabete gestazionale è una delle patologie tipiche della gravidanza che spaventa le mamme in attesa. Si tratta di disturbo metabolico molto serio: si chiama diabete mellito gestazionale e interessa, secondo le statistiche, circa 4 donne in attesa su 100. È una percentuale abbastanza alta. La buona notizia è la seguente: nella maggior parte dei casi dopo il parto si risolve spontaneamente.

gravidanza-diabete

Quali sono i fattori di rischio?

  • familiarità per diabete mellito tipo 2;
  • età della madre superiore ai 35 anni;
  • diabete mellito gestazionale in una gravidanza precedente;
  • macrosomia in una gravidanza precedente;
  • sovrappeso/obesità prima della gravidanza;
  • glicosuria (presenza nelle urine di zuccheri);
  • gruppo etnico di appartenenza;
  • sindrome dell’ovaio policistico.

Il diabete mellito gestazionale rappresenta il diabete diagnosticato per la prima volta in gravidanza e che quindi comprende sia forme diabetiche la cui insorgenza è avvenuta in gravidanza sia forme precedenti non diagnosticate. E’ una condizione non infrequente nelle donne gravide e se ne stima la presenza nel 7-8% di tutte le gravidanze.

Ha spiegato il dottor Cesare Berra, responsabile della sezione di Diabetologia di Humanitas. Quali sono i sintomi da non sottovalutare?

  • Il bisogno di urinare
  • La perdita di peso
  • I disturbi della vista
  • Infezioni frequenti come cistiti e candidosi
  • Spesso i sintomi sono silenziosi, per questo motivo è importante il valore glicemico e valutare altri fattori di rischio noti.

Che cosa può causare il diabete mellito gestazionale? Tra le tante complicanze il neonato presentare macrosomia fetale e ittero neonatale. Inoltre, tra i rischi per la donna e il nascituro c’è un aumento delle probabilità di sviluppare il diabete di tipo 2 in futuro. La donna quindi si deve attenere scrupolosamente a un dato stile di vita e che sia costantemente sotto controllo medico. Parlatene con il vostro ginecologo, fate gli esami e fate molta attenzione alla dieta: inserite possibilmente prodotti integrali e riducete gli zuccheri raffinati.

 

Photo Credits | Shutterstock / Image Point Fr