Pubertà precoce e cibo spazzatura, c’è un legame?

di Redazione 1

Non smetteremo mai di dire quanto il consumo di cibo spazzatura nuocia alla salute dei nostri figli. L’obesità infantile, causata anche da un loro eccessivo consumo, dilaga esponendoli in maniera preoccupante al rischio di sviluppare patologie legate a questa condizione sin da giovanissimi. Ma non solo, ad esserne danneggiati sono anche gli ormoni con conseguenze a dir poco nefaste sullo sviluppo fisico e psichico dei bambini.

A dare l’allarme è uno studio condotto presso l’Università del Nord Carolina, secondo il quale l’obesità causata dal cibo spazzatura altera il funzionamento degli ormoni sessuali predisponendo i bambini alla pubertà precoce. Il problema riguarda le bambine ancor più dei maschietti, poichè se è vero che l’età media della comparsa del menarca si attesta ancora fra i 9 e i 10 anni è altrettanto vero che si sono verificati diversi casi in cui le prime mestruazioni hanno fatto la propria comparsa addirittura in bambine di sei anni.

Questo comporta un grave rischio sia per la salute fisica, sia per lo sviluppo psichico dei bambini che di fatto si ritrovano con un corpo che diventa adulto troppo in anticipo rispetto alla mente. Se a questo si aggiunge che è sempre più bassa anche l’età in cui i piccoli mostrano comportamenti a valenza sessuale (complice quindi la comunicazione di massa), il danno può diventare davvero grande.

L’età media della prima mestruazione si è comunque abbassata in maniera costante nel tempo, si pensi che nel 1860 l’età media del menarca era di 16. 6 anni per arrivare a 13.3 nel 1960 e a 10.5 nel 2010. Gli studiosi si dicono convinti che abitudini alimentari errate possono concorrere, insieme a messaggi mediatici inappropriati all’età di chi, anche involontariamente, ne fruisce ad aumentare comportamenti sessuali a rischio e gravidanze indesiderate in adolescenza.

La dieta dei bambini a questo punto deve essere curata con ancora maggiore attenzione.

[Fonte]

Photo credit | Think Stock