Pasqua e Pasquetta, come gestire il cioccolato per il bambini 

di Fabiana Commenta

La Pasqua e la Pasquetta ormai si avvicinano e il quantitativo di cioccolata in circolazione in casa è nettamente più alta rispetto al solito: come gestire allora l’alimentazione dei piccoli?

pasqua, lavoretti

In questi giorni, con un quantitativo maggiore di cioccolata in casa, le tentazioni potrebbero anche essere più alte del solito e se da una parte è meglio non demonizzare la cioccolata, dall’altra è invece necessario riuscire a concedere il giusto quantitativo di cioccolata per i più piccoli. I consigli della pediatra Lucilla Ricottini in collaborazione con Consulcesi Club offrono una serie di “regole” per poter gestire al meglio i bambini e il cioccolato.

DA EVITARE PRIMA DEI 24 MESI DI VITA: il cioccolato è ricco di grassi, proteine e carboidrati, vale a dire zuccheri semplici che lo rendono particolarmente calorico. Meglio allora consumarlo con moderazione e mai prima dei 24 mesi di vita del bambino visto che il fegato del bagno fatica a lavorare i grassi saturi. Può anche causare anche reazioni allergiche (come l’orticaria e poi contiene anche caffeina, teobromina e  feniletilamina, eccitanti e poco consigliati per i più piccoli.

OCCHIO ALLA QUALITÀ: il cioccolato è ricco di magnesio, fosforo e flavonoidi,  ottimi per contrastare i radicali liberi e ritardare l’invecchiamento cellulare, ma deve essere consumato in piccole dosi. Meglio allora tenere sotto controllo la qualità e i gusti semplici.

ABITUARE I BAMBINI AL CIOCCOLATO FONDENTE: meglio che i bambini comincino ad abituarsi al cioccolato fondente perché è ricco di flavonoidi ad azione antiossidante rispetto al goloso cioccolato al latte.

LA CIOCCOLATA RENDE FELICI, MA NON PRIMA DI ANDARE A DORMIRE:  il cioccolato contiene serotonina, il neurotrasmettitore che influenza l’umore rendendoci più allegri, ma che provoca anche un eccitamento eccessivo: meglio allora evitare la cioccolata poco prima di andare a dormire.

CHILI DI TROPPO: occhio al quantitativo di cioccolato che in ogni caso fa ingrassare senza dimenticare che altri tipi di cioccolata, diversa rispetto a quella fondente, contiene altri ingredienti calorici come nocciole e cereali.

 

CIOCCOLATO E BAMBINI, LE REGOLA DA SEGUIRE

 

PHOTO CREDITS | THINKSTOCK