Leggere le favole ai bambini fa molto bene allo sviluppo del linguaggio

di Mariposa Commenta

Educare i bambini alla lettura è un’esperienza meravigliosa per tutti. Per loro che imparano a lavorare di fantasia e in molti casi sono più stimolati ad apprendere un linguaggio più ampio e corretto da piccolissimi. È bello anche per i genitori. Leggere le favole ci fa sentire più vicini ai nostri bimbi e ci regala un pizzico di magia.

leggere-favole-bambini

Un nuovo studio dell’Ospedale pediatrico di Cincinnati (Ohio), guidat0 da John Hutton, ha dimostrato in termini scientifici che leggere le favole ai bambini fa bene al loro apprendimento. I medici americani hanno sottoposto un gruppo di bambini in fase prescolare, tra i 3 e i 5 anni, all’ ascolto di letture adatte alla loro età riesca a incidere nell’attività cerebrale. Secondo i risultati, i bambini che sono stati abituati fin da piccolissimi alla lettura a voce alta delle favole sviluppano maggiormente certe zone specifiche dell’emisfero sinistro, in particolare una regione che si occupa dell’associazione mentale tra suono e immagine.

Pensate che l’American Academy of Pediatrics sostiene il programma di tutte le cure pediatriche dovrebbe includere la promozione dell’alfabetizzazione, a partire dalla nascita. In sostanza che cosa vuol dire? I genitori dovrebbe leggere di più per i loro piccoli, magari incentivati proprio dai pediatri.

Leggere a voce alta sembra avere ottimi risultati sullo sviluppo del linguaggio, ma sembra essere terapeutico anche contro i mal di pancia (è una teoria ancora da dimostrare). Il dottor John Hutton ha così commentato:

“Quando i bambini stanno ascoltando storie, nella loro mente immaginano ciò che stanno ascoltando. In questo modo possono sviluppare capacità che li aiuteranno a trasformare le immagini e le storie di oggi in parole. Non solo, ma li aiuterà anche a essere lettori migliori perché avranno sviluppato quella parte del cervello che gli permette di vedere cosa sta succedendo nella storia che leggono”.

 

Photo Credits | Shutterstock / Yuganov Konstantin