Imperfezioni della pelle: come curare il sebo in eccesso

di Gio Tuzzi Commenta

Dritte utili per approcciare al meglio un problema assai diffuso anche in Italia

Tra le imperfezioni della pelle che maggiormente ci fanno sentire a disagio a qualunque età c’è la produzione di grasso in eccesso sul nostro viso. Brufoli e punti neri non sono una prerogativa dell’ adolescenza, a volte ci accompagnano anche in età avanzata, specie nei momenti di sbalzi ormonali, stress e cure farmacologiche.

sebo in eccesso
sebo in eccesso

Cellule morte, batteri, sudore, polvere, smog e make up aumentano la produzione di sebo in eccesso e l’ispessimento della cute, rendendo il nostro colorito spento e opaco, il sebo a sua volta trattiene sporco e microbi all’interno dei pori, generando la loro dilatazione. Per correre ai ripari il primo gesto fondamentale è la pulizia del viso con le efficaci proposte di www.garnier.it, che ha studiato i migliori principi attivi per le pelli grasse e miste.

Mantenere la pelle pulita e fresca mattina e sera: la mattina per eliminare i residui di sebo e la sera per togliere ogni traccia di make up e sporcizia.

Gli ingredienti “anti grasso”

Acido salicilico. Potente antibatterico dall’ azione purificante riduce imperfezioni e rossori.

Carbone vegetale, di origine naturale, ultra-assorbente, rimuove l’eccesso di sebo e contrasta la lucidità della pelle,

Estratto di mirtillo, ricco di vitamina E ed antiossidanti, lenisce la pelle e riduce il sebo in eccesso.

Zinco dalle proprietà sebo-regolatrici, purifica senza seccare.

E per un’ esfoliazione naturale lo scrub con pietra pomice, aiuta ad eliminare le cellule morte che ostruiscono i pori.

La skin routine contro le imperfezioni

Se praticata quotidianamente regolarmente riduce i punti neri nella zona T del viso ( fronte naso e mento) ed elimina l’ antiestetico “effetto lucido”.

Mattina e sera detergere il viso con crema detergente, acqua micellare o gel purificanti studiati con i giusti principi attivi delicati ma efficaci nel rimuovere il sebo in eccesso e capaci di indurre un’esfoliazione regolare e costante, passare poi al passaggio del tonico, utile a igienizzare i pori e restringerli.

Le più “frettolose” potranno tulizzare gel, scrub e maschera detergente in un unico prodotto pensato le pelli più problematiche e tendenti all’ acne.

Una o due volte a settimana, procedere con un’azione di pulizia più profonda applicando sul viso una maschera purificante arricchita con carbone e acido salicilico, o argilla bianca dalle proprietà ammorbidenti e assorbenti, che riduce la lucidità della pelle e regolarizza la produzione di sebo grazie al suo potere minerale. Effetto matte garantito già dopo la prima applicazione,

È infine fondamentale ricordarsi di idratare la pelle, perché anche la pelle grassa ha bisogno della sua dose d’acqua, anzi, meno ne riceverà e più tenderà a produrre sebo. Scegliere una texture ultra leggera che garantisca idratazione e protezione.

  • Make up e pelle grassa

La BB cream è la soluzione ideale per attenuare le imperfezioni della pelle e garantire l’ idratazione ottimale. La BB Cream associa i benefici della creme idratanti all’ effetto coprente offerto dal fondotinta: idrata, minimizza le imperfezioni, uniforma e illumina l’incarnato e protegge dai raggi UV.

Ricordarsi inoltre che la formazione di comedoni può essere provocata o aggravata anche dai cosmetici, evitare quindi luso di fondotinta, correttori e ciprie “comedogeni”, cioè che occludono i pori impedendo alla pelle di respirare, dando origine a punti neri e brufoli.