Il primo libro a sei mesi, consigli per leggere al tuo bambino

di Redazione 3

leggere-ai-bambiniQuante volte ti sei chiesta quando sarebbe arrivato il momento di leggere un libro al tuo piccolo? E se ti dicessi che puoi iniziare dai sei mesi, cosa ne penseresti. Esiste un progetto chiamato Nati per leggere che promuove la lettura ad alta voce da parte dei genitori sin da quando i bambini sono molto piccoli, una iniziativa nata con la collaborazione di pediatri, biblotecari e psicologi.

Secondo Giancarlo Biasini, direttore della rivista Quaderni dell’Associazione cul­turale pediatri

Leggere aiuta a crescere e non è mai troppo pre­sto per iniziare ad amare i libri. A sei mesi un bambino è già in grado di interessarsi a un testo a patto che riporti molta ‘facci­ne’ perché il piccolo è da subi­to interessato ai volti, a comin­ciare da quello della mamma. A un anno arrivano le prime fila­strocche accompagnate da tan­te figure. Ma, attenzione: van­no lette stando insieme, non va­le mettere il piccolo davanti a un cd o a un dvd. Quello che at­trae il bambino, e gli fa amare le figure, la rima, il libro, sono i genitori, è la possibilità di stare vicino a loro, di ricevere atten­zione. I bambini impareranno a voler bene ai libri perché vo­gliono bene a voi


Ma ci vengono in mente molte domande sulla lettura ai bambini, come quando è il momento di leggere ai piccoli le favole oppure se è meglio che la lettura venga fatta dalla mamma o dal papà, sentiamo qual’è l’opinione di Giancarlo Biasini

Intorno ai 3-4 anni può essere il momento giusto per le fiabe magari in edizioni semplificate. E a fianco delle fiabe tradiziona­li c’è oggi un’editoria stermina­ta, perfino disorientante. Ecco perché ogni anno ‘Nati per leg­gere’ cerca di diffondere, attra­verso i 1300 pediatri che hanno aderito al progetto, un catalogo con 20, 30 titoli che suggerisce i titoli migliori per le varie età. Per quanto riguarda la domanda se è meglio che legga il papà o la mamma, meglio se leggono in­sieme, così facendo si crea un momento magico. Si officia un rito, e non importa se dura solo qualche minuto.

Ed ora vi mostro il decalogo dei buoni consigli da adottare per coinvolgere il tuo bambino nella lettura, pensato dall’associazione Nati per leggere:

  1. Fin dalla gravidanza parla con il tuo bambino, canta per lui. La tua voce è un abbraccio che lo fa crescere
  2. Tieni molti libri in casa, fatti vedere leggerli e toccarli: il piccolo è attratto da quello che fai
  3. Il bambino a 6 mesi sta seduto, prendilo in braccio e mostragli un libro con figure di volti
  4. Racconta al bambino ciò che vedi sul libro e indicaglielo col dito, lui ti seguirà. Anche un solo minuto basta
  5. A un anno regalagli un libro, vedrai che il piccolo lo terrà in mano per qualche momento, è una gran conquista. Insegnagli ogni giorno una parola nuova.
  6. Comincia a leggere, indicando col dito non solo le illustrazioni, ma le parole. Fai domande al bambino. E rispondi alle sue.
  7. Dedica un momento ogni giorno alla lettura.
  8. Se il piccolo ti chiede di ripetere una frase, una storia, fallo: vuol ripetere un’emozione che gli piace ed entrare di più nel racconto
  9. Se tuo figlio ha 2-3 anni: cerca una biblioteca , o una libreria con spazi per i più piccini e fagli scegliere i libri da solo
  10. Spegni la tv e fai tacere le distrazioni. Questa è una regola che vale a tutte le età: quando gli proponi un libro evita tutte le fonti di distrazione, specialmente la tv

[via|corrieredellasera]