Gusti alimentari dei bambini: non a tutti piacciono gli stessi cibi

di Redazione Commenta

Gusti alimentari bambini non tutti piacciono stessi cibi

Non è raro vedere i bambini impazzire di fronte a caramelle e/o patatine. Non è un mistero che in molti amino il cosiddetto cibo spazzatura, dal quale i genitori cercano, a volte senza successo, di tenerli alla larga. E se è vero che i bambini adorino cibi zuccherati e grassi, è anche vero che non tutti abbiano gli stessi gusti, anche e soprattutto in riferimento alla loro nazionalità. Proprio di questo tema si occupa una ricerca pubblicata sulla rivista Food Quality and Preference, che ha evidenziato come non tutti i bambini di età inferiore ai 10 anni abbiamo la predilezione per gli stessi alimenti.

La ricerca in questione si pone lo scopo di valutare i gusti dei bambini europei in fatto di cibo e di confrontarne le differenze. Protagonisti della ricerca 1700 bambini di 8 diversi Stati, i quali, oltre ad essere stati sottoposti ad una serie di domande circa le loro preferenze alimentari, sono stati oggetto di una serie di test che ne valutassero la capicità di distinguere ed apprezzare i diversi sapori: dolce e salato, amaro, aspro… Interessante è stato scoprire come, nonostante in via generale si sia registrata una preferenza per i cibi zuccherati e grassi, si siano evidenziate delle discordanze sostanziali derivate sicuramente dalla diversa cultura e nazionalità.

In conclusione, dopo avere cercato di capire se le differenze potessero dipendere dal sesso del bambino, o dall’influenza fatta dalla tv, o ancora dalla soglia di riconoscimento dei sapori ed altre cause del genere, si è giunti alla conclusione che nessuno di questi fattori influenzi il bambino e che i diversi gusti siano da attribuire a fattori prettamente culturali. L’informazione si rivela essere piuttosto utile anche in campo di Campagne Alimentari europee contro l’obesità infantile ed a favore di un’alimentazione sana. Fino ad oggi infatti l’impostazione di tutte, indipendentemente dal Paese, si fondava sugli stessi presupposti. Alla luce di quanto emerso si potrebbe invece far leva sui gusti dei bambini per ottenere dei risultati ottimali in termini di successo delle suddette Campagne.

Fonte

Photo Credit | Thinkstock