Feminism, la Fiera dell’editoria delle donne a Roma

di Fabiana Commenta

Appuntamento dall’8 al 10 marzo 

Si chiama Feminism ed è la Fiera dell’editoria delle donne che si svolge dall’8 al 10 marzo per tre giorni a Roma, presso la Casa internazionale delle donne: arrivata alla seconda edizione, la fiera dedicata all’editoria per le donne presenta settanta case editrici, tre focus di dibattito, oltre cento incontri e presentazioni e tre madrine per l’occasione, la scrittrice Michela Murgia, l’attivista americana Max Dashu, nonché fondatrice nel 1970 dei Suppressed Histories Archives e Vandana Shiva, scienziata ambientalista e scrittrice. 

La seconda edizione del festival è all’insegna di “Passa le parole” che diventa il filo conduttore del festival e che verrà declinato in modo diverso nel corso della tre giorni dedicata all’editoria per donne. 

Spazio ad esempio al Focus “Piccole ribelli crescono” dedicato all’editoria per l’infanzia per insegnare qualcosa di importante alle bambine che saranno le donne di domani, ma spazio anche agli appuntamenti che fanno riflettere sulla violenza contro le donnea, agli incontri tematici delle donne nella società. 

Ci saranno poi i “Laboratori dell’immaginario” per indagare sull’immaginario dei linguaggi di generi popolari come le serie tv, il fumetto e la graphic novel mentre “Afrofuturismo femminista” si occuperà di raccontare delle differenze di genere, migrazioni e futuro mentre in conclusione della rassegna ci sarà la presentazione del numero di Leggendaria  intitolato “La rabbia degli uomini e il protagonismo delle donne” che cattura l’attenzione non solo sul clima misogino di questo periodo, ma anche sul racconto di sindache, scienziate, donne che appartengono alle istituzioni o che fondano movimenti civici. Una nota: la Casa Internazionale delle donne è ancora  in mobilitazione contro lo sfratto deciso dalla giunta capitolina. Tutto il programma in dettaglio direttamente sul sito della manifestazione.