Gli esercizi di Kegel per combattere l’incontinenza urinaria

di Redazione 2

gravidanza

Uno dei disturbi più frequenti e fastidiosi che colpisce le donne in gravidanza è l’incontinenza urinaria. Alle future mamme, infatti, può bastare una semplice risata o un colpo di tosse a far scappare involontariamente qualche goccia di urina. Altre volte, invece, le donne in dolce attesa avvertono un forte stimolo a fare pipì con grosse difficoltà a trattenerla. Per curare e prevenire questi disturbi è importante tonificare e dare elasticità ai muscoli che sostengono gli organi pelvici e addominali. Questo è possibile grazie a specifici esercizi di ginnastica noti come esercizi di Kegel, dal nome del ginecologo statunitense che li ha ideati. Questi esercizi consentono di migliorare il tono muscolare del pavimento pelvico che circonda l’utero, la vescica e l’intestino. Come prima cosa, per eseguire correttamente gli esercizi di Kegel è importante che la donna capisca quali sono i giusti muscoli da allenare. Questi, in pratica, sono per lo più gli stessi che vengono impiegati quando si cerca di interrompere il flusso di urina durante la minzione. Una volta individuato il gruppo di anelli muscolari, la donna può procedere con gli esercizi.

Esercizio n. 1: contrarre i muscoli e mantenerli contratti per circa 5 secondi come se si volesse spingere tutto verso l’alto. Rilasciare i muscoli e ripetere l’esercizio per una decina di volte;

Esercizio n 2: contrarre e rilasciare rapidamente i muscoli. Ripetere inizialmente l’esercizio per 10 volte fino a raggiungere le 50 ripetizioni;

Esercizio n 3: contrarre gli anelli muscolari ad intervalli per poi rilasciarli allo stesso modo fino a rilassare completamente i muscoli. Ripetere la sequenza per 10 volte;

Esercizio n 4: contrarre e rilasciare gli anelli in sequenza. Prima quello attorno l’uretra, poi quello attorno la vagina e infine quello attorno l’ano. Ripetere l’esercizio per 10 volte.

Per ottenere buoni risultati è necessario eseguire gli esercizi di Kegel dalle 3 alle 5 volte al giorno per almeno 6 settimane. E’ importante eseguire gli esercizi con la vescica vuota evitando di muovere le gambe e gli addominali. Una volta raggiunto un buon controllo dei muscoli è possibile mantenere il tono muscolare ripetendo la serie di esercizi 2 o 3 volte a settimana. Gli esercizi di Kegel sono un valido e discreto aiuto per le donne in gravidanza in quanto possono essere eseguiti ovunque senza che nessuno se ne accorga. Sono una sorta di ginnastica intima che la donna può praticare in qualsiasi momento della giornata, non solo quando è a casa ma anche quando è in macchina, sul bus, in sala d’attesa dal medico e cosi via. Le donne in gravidanza che praticano gli esercizi di Kegel hanno riscontrato numerosi benefici che vanno dalla riduzione delle perdite vescicali e delle emorroidi prima e dopo la gravidanza ad un travaglio e un parto più facili. Questo perchè gli esercizi aiutano a controllare i muscoli anche durante il parto riducendo notevolmente le probabilità di lacerazioni perineali.