Come mangiare quando si allatta per la crescita del bambino

di Redazione Commenta

allattamento

Durante l’allattamento, la prima cosa da fare è mangiare bene. è molto importante che la neomamma si tenga in forma consumando due pasti, la colazione e facendo possibilmente anche due spuntini. Perché? L’allattamento è fisicamente impegnativo, soprattutto se si sposa quello a richiesta, e poi il latte deve contenere tutte le sostanze nutritive che devono aiutare il bambino a crescere sano e forte.

L’Organizzazione mondiale della sanità consiglia l’allattamento esclusivo per almeno sei mesi. I primi tre sono quelli più importanti e la mamma deve mangiare tanta frutta e verdura, cotta e cruda, tanti cereali, che sono ricchi di sali minerali, pesce, carni bianche latticini e uova. Se il bambino ha le coliche, si consiglia di ridurre le uova e i latticini, così come vanno dosati i legumi.

Quali sono i cibi da evitare? I broccoli, i cavoli, gli asparagi, l’aglio, la cipolla e alcune spezie forti. Questa teoria, che tutte le mamme conoscono e cercano di osservare affinché il latte non abbia sapori sgradevoli, non è mai stata confermata. Se il bambino viene abituato fin da subito non dovrebbe avere alcun tipo di problema. Non fatevi quindi troppi problemi, cercate di mangiare bene e un po’ di tutto. I piccoli sono ricettivi e si attaccherà con gusto.

Per produrre latte, inoltre, si consiglia di bere molto: tanta acqua, tisane, latte e succhi di frutta, cui è possibile aggiungere minestre, minestroni e zuppe. Considerate che produzione a parte, aiuta la mamma a stare ben idratata e in forze per sfare il suo piccolo.  Un’altra cosa da ricordare è che in questa fase può essere d’aiuto alla mamma un buon integratore alimentare, a base di acido folico, ferro, magnesio e un bel complesso vitaminico (soprattutto quel del gruppo B). Infine, limitate il consumo di alcolici: un bicchiere di vino va benissimo, mentre non è opportuno un superalcolico.

 

Photo Credit | Thinkstock