Bellezza in gravidanza: la cura dei capelli e delle unghie

di Daniela 1

bellezza in gravidanza

La bellezza è un argomento molto delicato al momento della gravidanza: il corpo inevitabilmente cambia e con esso anche l’organismo reagisce in modo diverso, e non soltanto per l’aumento di peso. Sapendo questo, per molte donne il desiderio di maternità è turbato dalla preoccupazione di veder sfiorire il proprio corpo, ma state tranquille: non è sempre così, basta sapere cosa fare e agire di conseguenza. Ieri abbiamo parlato di come prevenire le smagliature, oggi affronteremo il tema capelli e unghie.

Le profonde modificazioni ormonali che avvengono durante la gestazione coinvolgono anche le ghiandole sebacee del cuoio capelluto: i capelli normali o secchi diventano grassi, mentre quelli grassi dopo il quarto mese migliorano. In gravidanza è opportuno utilizzare buoni shampoo naturali agli estratti di ortica e di camomilla, evitando i preparati chimici; rinunciate anche alle tinture e alle permanenti, perché i prodotti che entrano nella composizione delle tinture sono molto tossici, sia per la mamma che per il bambino.

Attenzione anche alle lacche, perché potrebbero provocare violente reazioni al cuoio capelluto e di conseguenza a tutto l’organismo. Per avere riflessi brillanti basta versare sui capelli lavati e strizzati un bicchiere d’acqua fredda a cui avrete aggiunto il succo di un limone o dell’aceto; una buona alternativa è anche l’henné, ma solo quello allo stato puro, cioè di colore rosso.

Le unghie sono la spia delle condizioni interne del corpo; durante la gravidanza possono rompersi facilmente e diventare più fragili: tutti segni di mancanza di minerali. La dieta in questo caso è il miglior correttivo: via libera a latticini, pesce, uova, lievito di birra e miglio e mandorle. Dato che il feto è ricchissimo di silice e il 20% delle unghie è costituito da questo elemento, è consigliabile assumerne una dose supplementare, e non solo per ragioni estetiche: la perdita di silice, infatti, precede la perdita di calcio e la demineralizzazione ossea.

Il mezzo migliore per apportare silice all’organismo è assumerlo sotto forma di asperella, polverizzata o in decotto; questa pianta è, infatti, uno dei vegetali più ricchi di silice: ne contiene ben il 70%. Per la cura esterna delle unghie non c’è niente di meglio di una lucidatura giornaliera con uno spazzolino di velluto, perché contribuisce alla crescita della cheratina, rafforzando, così, le unghie.

Il capitolo “bellezza in gravidanza” non si esaurisce certo con smagliature, capelli e unghie, e infatti domani ci occuperemo di altri due temi importanti: la salute dei denti e come prevenire la comparsa delle varici.