Il momento del bagnetto

di Redazione 8

bagnetto neonatoIl bagnetto per i bambini è un momento di divertimento. Tuttavia è importante che la mamma abbia un atteggiamento che sia il più possibile tranquillo per far sì che anche il neonato possa rilassarsi.
In teoria, visto che il bambino ha trascorso 9 mesi nel liquido amniotico non dovrebbe avere paura dell’acqua; in ogni caso vi consigliamo di procedere con cautela.

Vediamo insieme, subito dopo il salto, qualche regola generale:

– Per il primo bagnetto occorre aspettare la caduta del moncone ombelicale. I primi giorni, proprio per la zona ombelicale potete usare acqua tiepida e un batuffolo di ovatta.
– Per il bagnetto sarebbe opportuno utlizzare una vaschetta apposita per bambini e applicare sul fondo un tappeto di gomma. In questo modo il rischio che il bimbo possa scivolare non dovrebbe esserci.
– La temperatura ideale dell’acqua dovrebbe essere intorno ai 37°. A questo proposito cercate di mantenere una temperatura costante.
– Quella dell’ambiente esterno dovrebbe invece essere compresa tra i 23° e i 26°.
– Spogliate il piccolo su una superficie che sia il più comoda possibile
– Sì a giocattoli che potete immergere nell’acqua (come paperelle colorate)
– Utilizzate solo ed esclusivamente prodotti delicati (detergente e shampoo per capelli). Per maggiori informazioni potete sempre rivolgervi al vostro Pediatra o al Farmacista di fiducia.
– Se il bambino è molto piccolo la sua permanenza in acqua non deve superare i 10 minuti
– Al termine del bagnetto avvolgete il bambino in un accappatoio ed asciugate lentamente. A questo punto potete passare su tutto il corpo del bambino l’olio idratante.
– Per evitare rossori potete usare una crema all’ossido di zinco da applicare soprattutto sul culetto e sulle pieghe delle cosce.
– Per quanto riguarda invece la pulizia delle unghiette dovrete acquistare un paio di forbicine con la punta arrotondata.

Qual è il momento della giornata più adatto per il bagno? La sera subito dopo l’ultimo pasto.
Ricordatevi che non dovrete mai abbandonare, nemmeno per un secondo, il piccolo da solo nella vaschetta.